News motori
0

Yamaha offre supporto tecnico agli studenti del Don Bosco

I ragazzi dell'istituto professionale salesiano di Sesto San Giovanni (Milano) potranno ricevere materiale didattico, moto per la formazione e la partecipazione dei formatori Yamaha alle lezioni

Yamaha offre supporto tecnico agli studenti del Don Bosco

Un ponte tra il mondo della scuola, quello del lavoro e quello della motocicletta: ecco la nuova direzione di Yamaha, che sigla un accordo con il Centro di Formazione Professionale Cnos-Fap delle Opere Sociali Don Bosco di Sesto San Giovanni aprendo le porte dellaTechnical School agli studenti.

L'istituto di Sesto San Giovanni ha investito nel settore moto creando una specializzazione per l'assistenza e la riparazione dei veicoli a due ruote. Yamaha supporterà questo indirizzo con materiale didattico, moto per la formazione e la partecipazione dei propri formatori alle lezioni. I migliori studenti, durante il 4° anno, avranno l'opportunità di svolgere gli stage formativi presso l'azienda e nella rete assistenza Yamaha, in modo da creare i presupposti per il loro futuro inserimento.

"Crediamo fortemente che il sistema delle imprese abbia anche la responsabilità di reinvestire sul territorio, sia attraverso la fornitura di beni strumentali ma anche e soprattutto con la condivisione di competenze. Questo accordo ne è una dimostrazione. Vogliamo creare figure professionali tecniche formate con gli standard Yamaha e che possano rispondere ad un mercato in forte mutamento, grazie a un percorso durante il quale scuola e azienda lavorino insieme proponendo internship di formazione presso la rete dei concessionari ufficiali", spiega Andrea Colombi, Country Manager Yamaha Italia.

"Le Opere Sociali Don Bosco di Sesto sono la scuola salesiana più grande d'Europa, si contraddistingue per l'altissimo livello di preparazione dei suoi studenti ed è una delle poche ad avere una specializzazione dedicata alle due ruote. La partnership con la Casa dei Tre Diapason diventa così la possibilità per i nostri ragazzi di lavorare con attrezzature all'avanguardia e allo stesso tempo di poter vivere un'esperienza educativa anche a livello umano, grazie al confronto, il lavoro di team e la condivisione di un sistema valoriale", dice Don Elio Cesari, Direttore OSDB.

Yamaha TMAX 560 finisce #SottoEsame: la prova

Conclude Francesco Cristinelli, Direttore Cnos-Fap di Sesto: "Questa firma segna il raggiungimento dell'obbiettivo di creare realtà concrete che facilitano la transizione studio-lavoro attraverso la formazione e l'introduzione al mondo del lavoro. Questa esperienza attiva tutti gli attori coinvolti grazie alla riqualificazione didattica, alla formazione di personale qualificato e all'ulteriore formazione degli stessi educatori dell'istituto con corsi di aggiornamento all'interno della sede italiana di Yamaha".

Tutte le notizie di News motori

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti