News motori
0

Hispano Suiza, ecco la supersportiva elettrica Carmen Boulogne

Dopo Carmen lo scorso anno, il 2020 è la volta della Boulogne, ancora più estrema e con 1.099 cavalli presentata al Salone di Ginevra digitale

Hispano Suiza, ecco la supersportiva elettrica Carmen Boulogne

Ha sempre avuto un peso di rilievo nel settore delle auto d'epoca. Lo scorso anno ha portato al Salone di Ginevra la sua Carmen vintage, quest'anno (anche se non dal vivo) è la volta della supersportiva elettrica più estrema Boulogne (con oltre 1.000 cavalli di potenza). Hispano Suiza torna definitivamente sulle scene in grande stile. 

Aumenta la velocità massima

Esteticamente, la Carmen Boulogne si distingue per la colorazione nera alla quale si contrappongono gli elementi in color rame, a partire dalla grande mascherina frontale e dallo splitter. La carrozzeria è composta interamente da pannelli in fibra di carbonio, che contribuiscono a ridurre il peso della GT e donano il caratteristico colore all'auto. Scompaiono, inoltre, i copricerchi posteriori che caratterizzavano la Carmen standard.

La Boulogne, che prende il nome da una località francese, guadagna 94 cavalli rispetto alla versione standard del modello, raggiungendo quota 1.099 cavalli. Il carbonio, utilizzato anche per il telaio, contiene il peso passando dai 1.690 della Carmen ai soli 1.630 della Boulogne. Valori di tutto rispetto per una supercar elettrica.

Aumenta anche la velocità massima, grazie soprattutto ai diversi criteri di limitazione. Ora infatti la velocità massima non è più limitata a 250 km/h, bensì a 290. Uno step importante che avvicina la Carmen alle altre supercar elettriche, senza influire troppo sulla batteria. L'autonomia dichiarata è di circa 400 km, con la possibilità di effettuare una ricarica rapida in 30 minuti dal 30 all'80%.

Pininfarina, 90 anni e nuovo logo

Rolls Royce spagnola 

Nata nel 1904, la Hispano Suiza (letteralmente, “spagnola-svizzera”) è per decenni conosciuta come “la Rolls Royce spagnola”. Negli anni della sua attività la Casa costruisce oltre 12.000 automobili di lusso e, in periodo bellico, 50.000 motori aeronautici. Nel 1946 cessano le attività in Spagna, e qualche anno dopo tocca la stessa sorte anche alla parte francese dell'azienda.

Nel 2010 viene tentato il rilancio del marchio con una sportiva ibrida da 900 cavalli, presentata al Salone di Ginevra di quell'anno. Nel 2019 è poi arrivata la Carmen, supercar elettrica dal sapore retrò a cui è seguita, quest'anno la versione Boulogne.

BMW i4 Concept, l'auto elettrica secondo la Casa di Monaco

Tutte le notizie di News motori

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti