Arrivano le barriere protettive e trasparenti per le auto? FOTO

L’azienda Scudoitalia realizza divisori in policarbonato di varie dimensioni per offrire un riparo dalla trasmissione del virus all’interno dell’abitacolo: così viaggeremo sicuri nelel vetture?

Mai come adesso le persone hanno bisogno di viaggiare in sicurezza, rispettando le norme anti contagio. Non sappiamo esattamente quando finirà l’emergenza sanitaria, ma abbiamo la certezza di dover convivere con il coronavirus ancora per un po’ di tempo. Per questi motivi, il lavoro di aziende come Scudoitalia diventa fondamentale. Fondata nel 2008, Scudoitalia ha sede appena fuori Roma e, adesso più che mai, si distingue per la produzione di schermi protettivi in policarbonato per auto.

Schermi protettivi per le auto anti Covid-19 FOTO
Guarda la gallery
Schermi protettivi per le auto anti Covid-19 FOTO

Ferrari, con la Fase 2 produzione a pieno regime

Dal coronavirus in poi

Gli schermi protettivi, fino a prima dello scoppio della pandemia, venivano prodotti soprattutto per dare al guidatore una maggiore sicurezza in caso di rapine e aggressioni (episodi piuttosto frequenti sui taxi). Con l’arrivo del coronavirus, a differenza di altre aziende, Scuoditalia ha raddoppiato il proprio carico di lavoro perché, adesso, gli schermi protettivi in policarbonato hanno una nuova e fondamentale funzione all’interno dei veicoli che trasportano passeggeri. La funzione in questione è quella di offrire un riparo dalla trasmissione del virus all’interno dell’abitacolo.

Le caratteristiche

I divisori protettitivi hanno varie dimensioni - single, double e full screen - e possono quindi essere adattati a più tipologie di veicoli. Pur riparando dalla trasmissione del Covid-19, consentono a passeggero e guidatore di mantenere sia una normale comunicazione che le transazioni relative al trasporto.

Popmove, con Covid Car Free riparte il car sharing in tutta sicurezza

Commenti