News motori
0

Nissan Ariya, il primo suv elettrico non rinuncia al design

Il Marchio si presenta alla sfida con Volkswagen ID.4 puntando sulla continuità con il prototipo esposto al Salone di Tokyo 2019. Dimensioni generose e linee svelate dagli ultimi teaser

Nissan Ariya, il primo suv elettrico non rinuncia al design

All'alba dell'era dei suv compatti Nissan si fece trovare pronta imponendosi da subito nel settore con il boom di Qashqai. Oggi è la volta dei suv compatti elettrici e lo stesso marchio si presenta con il suo nuovo asso nella manica, Nissan Ariya, a quella che si prospetta essere una gara con il progetto Volkswagen ID.4 come rivale. 

Appuntamento al 15 giugno prossimo per scoprire il suv elettrico sviluppato sulla nuova architettura modulare CMF-EV, con motogeneratori frutto degli ingegneri Nissan e un’anticipazione del design offerta nel 2019 con il concept Ariya. Cambierà davvero poco, confermerà le scelte da crossover-coupé, piuttosto dinamico nelle linee della fiancata e una parziale rilettura la troveremo sul design dello scudo frontale.

NISSAN ARIJA, DESIGN

Al posteriore, dall’ultimo teaser diffuso, si intravede il profilo “coupé” nel raccordo tra lunotto e portellone, di fatto esteso fino a creare una coda quasi tronca; altro dettaglio, la fascia luminosa di tipo dinamico, a collegare i gruppi ottici.

Rispetto al concept, da verificare lo schema a due motogeneratori, se verrà replicato come sembrerebbe sul prodotto di serie. Nissan nell’ultimo anno ha portato avanti la ricerca sul  e specializzato nel controllo selettivo dell’erogazione su ogni singola ruota, come anche nel recupero energetico, con un impatto diretto sulla dinamica di marcia.

Riprendendo le parole del responsabile dello stile Nissan, Alfonso Albaisa, dal suv Ariya ci si potranno attendere prestazioni paragonabili alla sportività Nissan Z, capitolo che prossimamente si arricchirà della coupé di nuova generazione.

Sfoglia il listino Nissan: tutti i modelli sul mercato

Sul fronte degli Adas, con Ariya è atteso il debutto del ProPilot 2.0, avanzato livello di automazione nella guida in autostrada, grazie al controllo dell’andatura e il mantenimento autonomo della corsia. Profondi sviluppi interesseranno anche l’infotainment e i contenuti connessi a bordo, dove il concept ha sfruttato appieno la possibilità di un pianale dedicato all’elettrico, con pavimento piatto e ricreato un ambiente minimalista e molto curato nel disegno e materiali adottati in plancia.

Tutte le notizie di News motori

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti