News motori
0

Auto benzina e diesel in Italia, il M5S propone l'addio dal 2035

La firma è quella dei pentastellati che ne vorrebbero bloccare la vendita e sperano nell’approvazione della Camera, poi sarà il Governo a doverla valutare. Rientrano nelle vetture ammesse solo elettriche e ibride pulg-in

Auto benzina e diesel in Italia, il M5S propone l'addio dal 2035

Niente più automobili a benzina o diesel in vendita in Italia? La Camera ha appena approvato l’ordine del giorno che porta la firma di Giuseppe Chiazzese (M5S) e che impegna il Governo a valutare l’opportunità di vietare dal 2035 la commercializzazione di nuove auto con emissioni di CO2 superiori ai 50 g/km. Anche il nostro Paese, dunque, si sta adeguando a quello che succede in altri stati come in Francia, Regno Unito e in California. La mobilità sostenibile sembra essere la strada scelta per il futuro.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il nostro listino

Le conseguenze

Se ciò dovesse andare in porto, considerando l’attuale parco macchine, sarebbero ammesse solo le elettriche e, al massimo, le ibride plug-in. Gli obiettivi di questa azione, inoltre, rientrano in quelli più ampi del PNIEC, il Piano Energia e Clima che l’Italia ha presentato alla fine del 2019 alla Commissione Ue e che mira ad avere, nel nostro Paese, 6 milioni di auto elettriche circolanti (4 elettriche e 2 plug-in) nel 2030. Se ciò dovesse avverarsi, sarebbe un risultato straordinario, ma guardando la situazione attuale - nonostante la crescita importante del segmento - potrebbe rivelarsi una prospettiva utopica.

Mercedes Vision EQXX, avanti tutta la ricerca sull'elettrico

Tutte le notizie di News motori

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti