Bugatti Chiron Sport Les Légendes du Ciel, 20 esemplari tributo agli eroi del secolo scorso

Aviatori e piloti, due categorie che a inizio '900 rappresentavano il mito. Bugatti li celebra con un modello per pochi (2 milioni e 880 mila euro) che unisce il racconto della storia alla modernità della tecnica
Bugatti Chiron Sport Les Légendes du Ciel, 20 esemplari tributo agli eroi del secolo scorso
TagsBugatti Chironsupercar

Bugatti Chiron Sport Les Légendes du Ciel omaggi i piloti e gli aviatori dell'inizio del secolo scorso. Qualche nome? Roland Garros, Meo Costantini, Albert Divo o Robert Benoist. Venti esemplari verranno prodotti a partire da fine anno, nelle specifiche tecniche note, ovvero, il motore W16 da 1.500 cavalli, una velocità massima autolimitata a 420 km/h – ve ne sarebbe in abbondanza per affrontare una fase di decollo, con un’aerodinamica “capovolta” –.

Bugatti Chiron Sport Les Légendes du Ciel: gli scatti
Guarda la gallery
Bugatti Chiron Sport Les Légendes du Ciel: gli scatti

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Trattamento stilistico

A essere inedito è il trattamento stilistico, la tinta Gris Serpent, un grigio opaco che agli aeroplani degli Anni Venti si rifà come per la banda bianca lucida. I richiami al mondo dell’aviazione sono molteplici, all’interno nell’abitacolo interamente rivestito in pelle color Gaucho, con inserti in alluminio, materiale applicato nelle lavorazioni più varie, dall’elemento spazzolato al taglio laser, passando per l’alluminio diamantato. Il legame tra Bugatti e il cielo è nelle esperienze di Ettore Bugatti, nel 1915 a progettare motori d’aereo, fino al 1937 di un progetto fermato poi dalla guerra: un aeroplano pensato per il record di velocità.

Storie di corse e di voli

A bordo della Chiron Sport “Les Légendes du Ciel”, un po’ come una moderna incisione rupestre, i pannelli delle portiere raccontano storie di corse d’auto e aerei, il disegno a mano di un Nieuport 17, biplano monoposto dell’aviazione francese nel 1916, e una Bugatti Type 38 del 1910, la prima a portare il nome Bugatti, su 15 cavalli per quasi 100 km/h di velocità in versione Pur Sang.

La fibra di carbonio

Tratti distintivi dei 20 esemplari saranno il tricolore applicato ai deviatori di flusso dietro le ruote anteriori, i loghi stilizzati Les Légendes du Ciel, la cover del motore W16 a vista, in fibra di carbonio, proseguendo con la calandra trattata in nero lucido e la griglia in alluminio tagliato al laser. In coda, la fascia in fibra di carbonio e la copertura stampata in 3D dei terminali di scarico in Incone, definiscono l’edizione speciale.

Sarà possibile personalizzare ulteriormente la Chiron Sport, ad esempio con sedili “comfort” in sostituzione della specifica con inserti in alluminio anche sui poggiatesta, nonché con gli oblò in vetro sul tetto.

Sfoglia il listino delle auto nuove: tutti i modelli sul mercato

Le prenotazioni sono già aperte, servirà munirsi di pazienza per l’attesa necessaria prima che venga costruito il proprio esemplare e, tra gli altri, di 2 milioni e 880 mila euro, prezzo per guidare la sintesi tra aereo e automobile proposta da Bugatti.

Bugatti Bolide, l'hypercar da pista con 1.850 cv

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti