Nuova Renault Twingo Elettrica: la prova

La vettura icona del brand francese si conferma "regina della citta", grazie alla sua agilità totale, tra lunghezza (3,6 metri) e raggio di sterzata record (4,3 metri). Alla quale si aggiunge il motore elettrico da 82 cv con batteria da 22 kWh che regala autonomia fino a 270 km. Il listino (con gli incentivi statali e rottamazione) parte da 11.500 euro
Nuova Renault Twingo Elettrica: la prova
di Pasquale Di Santillo

Dici Twingo, dici tutto. La marca, la provenienza, la simpatia, l’agilità, la piacevole comodità di guida. Solo che ora, dicendo Twingo, dici ancora di più e lo dici nella lingua più comprensibile del momento, quella della sostenibilità. Perchè la versione tutta elettrica del modello inconico di Renault - qualcosa come 3,7 milioni di Twingo vendute in 25 Paesi al mondo, nelle sue tre precedenti generazioni - non solo non toglie nulla delle virtù che l’hanno resa tanto appetibile. Ma aggiunge tanta altra roba. Il regno incontrastato di Renault, pioniera, come l’alleata Nissan, dell’universo elettrico - 360.000 vetture a zero emissioni vendute nel mondo, 340.000 in Europa, 15.000 in Italia - si arricchisce cosi della quinta vettura elettrica dopo Zoe, Twizy, Kangoo ZE e Master ZE. Ed è un asso pesante nella manica del nuovo CEO Renault, Luca De Meo, perchè Twingo, già la quarta city car più venduta in Europa, si può portare a casa a partire da 11.500 euro oppure a 89 euro/mese, cioè quasi al 50% in meno rispetto al prezzo base dell’allestimento Zen (22.450€) senza gli incentivi statali in vigore e che comprendono l’eventuale rottamazione di un veicolo da Euro 0-4 immatricolato prima del 30 dicembre 2010. Per la cronaca, in caso di finanziamento, è richiesto un anticipo di 2.655 euro e 36 rate da 89 euro, con rata finale dopo 3 anni e 30mila km, corrispondente al Valore Futuro Garantito di 8.531 euro.

Nuova Renault Twingo elettrica: la prova a Roma
Guarda la gallery
Nuova Renault Twingo elettrica: la prova a Roma

Nuova Renault Twingo: a Roma tra lo Street Art VIDEO

SU STRADA

Abbiamo provato la nuova Renault Twingo elettrica sulle strade di Roma, in regime di distanziamento sociale causa Covid. E ha confermato, metro dopo metro tutte le sue qualità di “regina della città”, come l’hanno definita in Renault. Intanto, perchè la sua agilità nel traffico e la sua maneggevolezza rendono semplice e leggero ogni percorso. Ma del resto, quando sei lungo poco più di 3,6 metri e hai un raggio di sterzata record di 4,3 metri - significa fare una conversione in 8,6 m ... - puoi andare e parcheggiare ovunque, divincolarti dai muri di lamiere sfrurttando il combinato disposto con la reattività del motore R80. Potenza di 60 kW (82 vv) con 160 Nm di coppia massima di 160 Nm, disponibili all’istante: tradotto in termini pratici, solo 4”2 per arrivare da 0 a 50 km/h e fuggire dalla pazza folla. Sul raccordo ci siamo avvicinati alla velocità massima dichiarata di 135 km/h e a giudicare dalla lentezza con la quale andava giù l’indicatore dell’energia, c’è da essere fiduciosi sul tetto fissato per l’autonomia: 270 km in città, ciclo WLTP, che sul misto diventano 190, al netto dell’utilizzo del tasto Eco Mode che la riporta a 225 km. Numeri confortanti per chi ancora soffre di ansia da autonomia e ricordando anche che la percorrenza media delle city car elettriche in Europa, fatica a superare i 30 km. 

Nuova Renault Twingo elettrica: il test drive
Guarda il video
Nuova Renault Twingo elettrica: il test drive

SEGRETI

La batteria da 22 kWh si ricarica con uno dei brevetti Renault meglio riusciti, cioè il caricatore intelligente Caméléon che permette la ricarica a casa, in ufficio o nelle infrastrutture utilizzando la corrente alternata (AC) fino a 22 kW. In pratica si adatta - e questo è il segreto - alla potenza disponibile sulle singole colonnine per trarne la massima energia nel minor tempo possibile. Così Twingo Electric riduce fino a quattro volte il tempo di ricarica su ogni tipo di presa rispetto alla concorrenza: in 30’ riesce a ricaricare le batterie per 80 km di autonomia. Come se non bastasse, Renaut Twingo elettrica in modalità di guida B Mode si adatta alle condizioni del traffico e ai percorsi, agendo sulle modalità di recupero energetico in decelerazione sfruttandone i 3 livelli (B1, B2, B3) direttamente dalla leva del cambio. Al silenzio elettrico all’interno, non corrispionde quello esterno: Twiongo elettrica infatti emette tre tipologie di segnali sonori (a intensità variabile rispetto alla velocità) percettibile all’esterno per la massima sicurezza di pedoni e ciclisti, almeno fino a 30 km/h. Il volume del bagagliaio è invariato rispetto alla versione a benzina: 240 litri. 

Renault, Fontana Giusti: "Vicini ai clienti con ogni strumento"

TECNOLOGICA

Come dotazioni hi-tech, Twingo Elettrica è al top: già dall’allestimento Zen ci sono di serie climatizzatore automatico, sistema multimediale Easy Link con display da 7” e radio DAB, compatibile con Android Auto ed AppleCarPlay. L’Intens aggiunge stripping specifici, griglia calandra anteriore con inserti blu, cerchi in lega da 15’’, fari fendinebbia. Oltre agli ADAS, Lane Departure Warning, Parking Camera e sistema di navigazione connessa con la possibilità di verificare la disponibilità delle colonnine di ricarica in tempo reale. Senza dimenticare la serie speciale di lancio,Vibes Limited Edition, ancora più accessoriata.

GAMMA COMPLETA

"Twingo Electric - ha detto Eric Pasquier, dg Renault Italia -, insieme al lancio dell’ibrido E-Tech nella versione full hybrid di Clio e il plug- in hybrid di Captur e Mégane Sporter, si inserisce nella strategia Elettrificata Renault. Che si traduce nell’impegno Renault in una politica eco-responsabile, che non dimentica nemmeno motori come il Gpl. Questa strategia prodotto dovrà permetterci di confermare, alla fine dell’anno, la nostra leadership nei mercati elettrici e Gpl ed entrare nella Top 5 delle marche più vendute nel mercato plug-in hybrid". Dici Twingo, dici tutto. E anche un po’ di più.

Commenti