Mercato auto usate, verso il 2021 con ottimismo

La ricerca di BCA Italia ha evidenziato le difficoltà di dealer e trader nel 2020 ma allo stesso tempo una rinnovata fiducia nell'anno da poco iniziato: ecco cosa è emerso
Mercato auto usate, verso il 2021 con ottimismo

Un 2020 negativo sotto ogni punto di vista, con la pandemia che ha bloccato per mesi e mesi il commercio automobilistico e messo in ginocchio il settore, e un 2021 da guardare invece con rinnovato ottimismo: è il quadro che emerge dall'analisi compiuta da BCA Italia, prestigioso operatore del remarketing auto.

Dealer e trader dell'usato protagonisti

BCA Italia ha chiesto ai dealer (suoi partner) e ai trader dell'usato (suoi clienti) un bilancio del 2020 e una valutazione sul 2021. L'indagine, svolta a fine anno, è stata realizzata sulla base di questionari strutturati. Ne è venuto fuori il macro-dato dei dealer soddisfatti o parzialmente soddisfatti nel 72% dei casi, mentre i trader lo sono al 48%. Ma scendiamo nel dettaglio.

Un bilancio del 2020

Per quanto riguarda il 2020, i dealer hanno gestito l'emergenza in modo proattivo: il 2020 ha rappresentato l'occasione per rivedere i processi e accelerare la digitalizzazione delle concessionarie (è accaduto nel 90% dei casi). E a fronte di una maggiore richiesta di usato, i trader si sono trovati alle prese con una relativa scarsità di prodotto, e con l'aumento del prezzo delle vetture da rivendere. Per rispondere a questa criticità, nel 2020 il 33% di essi ha aumentato gli acquisti di usato online.

Immatricolazioni auto, 2020 chiude con un pesante -28%

2021: la speranza di un anno migliore

Positivi invece i dati del 2021. I dealer sono i più ottimisti: oltre il 70% pensa che la situazione si stabilizzerà. Anche il 57% dei trader dell'usato si aspetta una crescita, ma con un maggior tasso di incertezza: il 33% degli intervistati infatti ritiene non sia possibile fare previsioni.

Incentivi auto: promossi o bocciati?

L'indagine BCA Italia ha toccato anche uno degli argomenti più interessanti del recente periodo, quello relativo agli incentivi auto varati nel 2020. A tal proposito, il 67% dei dealer ritiene non fossero adeguati, il 43% sostiene fossero bassi sulle motorizzazioni più richieste (in particolare sui modelli Euro 6 di ultima generazione), il 57% li avrebbe estesi anche al mondo dell'usato e il 79% avrebbe voluto una durata almeno semestrale.

Incentivi auto 2020, l'ipotesi: arrivano altri 400 milioni?

L'usato elettrico

Riguardo il tema dell'usato elettrico, è emersa una certa preoccupazione: da un lato, il 52% dei dealer e il 50% dei trader considerano i modelli ibridi e elettrici a batteria il futuro del mercato; dall'altro, circa un terzo dei dealer registra difficoltà a vendere i modelli elettrificati ricevuti in permuta.

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti