Ferrari 812 Versione Speciale sarà svelata il 5 maggio

Prime immagini del nuovo modello di Maranello dal nome misterioso. Sale l'attesa per la presentazione, che avverrà in diretta streaming sui social del Marchio
Ferrari 812 Versione Speciale sarà svelata il 5 maggio

In attesa del 5 maggio, non ci resta che fantasticare sul nome della misteriosa Ferrari 812 Versione Speciale. Qualcuno dice Ferrari 812 Imola, ma per adesso nulla di certo. Di errori intorno alla vettura ce ne sono già stati, come la voce che voleva la sua presentazione il 21 aprile. 

In realtà, oggi, a Maranello rivelano il linguaggio stilistico-aerodinamico, in attesa che i dati tecnici vengano approfonditi, insieme alle prestazioni dinamiche e velocistiche, con la presentazione in diretta streaming, sui social Ferrari, il 5 maggio alle 14:30.

Ferrari 812 Versione Speciale col V12
Guarda la gallery
Ferrari 812 Versione Speciale col V12

Il V12 c'è

Il punto focale dello sviluppo è il motore V12 6.5 litri aspirato con bancate a 65 gradi. Molti componenti sono stati riprogettati, il sistema di fasatura delle valvole ha soluzioni innovative, sono nuovi i terminali di scarico. Il risultato si concreta negli 830 cavalli e 9.500 giri/min espressi dal V12, mai un dodici cilindri Ferrari stradale ha girato tanto in alto.

Non manca la fibra di carbonio

E sarà un canto celestiale, in attesa di scoprire come, in futuro, il simbolo della Rossa, il V12, verrà interpretato. Della tecnica serve dire, sul fronte della dinamica, delle ruote posteriori sterzanti indipendenti, sottolineatura che può far pensare a un angolo di incidenza differenziata tra ruota esterna e interna alla curva. Ne sapremo di più il 5 maggio. L'elettronica del Side Slip Control è evoluta, arriva alla versione 7.0.

Detto dell'approfondito lavoro di alleggerimento, con adozione di numerose parti in fibra di carbonio, c'è il design e c'è l'aerodinamica inedita da introdurre.

Estetica e aerodinamica

Due elementi su tutti prendono la scena. All'avantreno è il cofano motore, interrotto da una fascia a tutta larghezza, in carbonio, con feritoie di sfogo dell'aria calda. Aria che va ad alimentare i flussi che corrono sul tetto e in coda.

Nell'interpretazione estetica e "proporzionale", la fascia ha il merito di interrompere l'ampiezza del volume anteriore, offrendo una visione più compatta del cofano motore.

Il tetto è sagomato per guidare l'aria verso il lunotto interamente in alluminio. È una soluzione brevettata da Ferrari e non certo per il materiale quanto piuttosto per l'installazione di generatori di vortici in fibra di carbonio.

L'impressione è che vadano a interagire con i flussi che corrono laterali sulle superfici della Ferrari 812 Versione Speciale, lasciando libero il canale centrale che alimenta lo spoiler molto pronunciato, parte centrale più sensibile nel generare carico verticale. Quali siano gli effetti dei generatori di vortice lo racconteranno i tecnici Ferrari alla presentazione, si può immaginare una maggiore pulizia del flusso centrale, sigillato dai vortici.

La configurazione aerodinamica lavora in simbiosi con nuovi convogliatori di flussi all'avantreno, bocche completate da un passaruota con pinne integrate alle estremità, al di sopra dello splitter. Guidano verso l'esterno i flussi aerodinamici, fiancata dove un ulteriore elemento aerodinamico è installato davanti alle ruote posteriori. Quasi un vero "fondo", con soluzioni raffinatissime.

Progettazione inedita per l'estrattore

L'estrattore ha una progettazione inedita, con terminali di scarico posti alle estremità e orientati verso l'esterno, ancora per ragioni di controllo dei flussi, liberi e costanti soprattutto nella parte centrale e periferica entro le ruote. Un complesso elaboratissimo, che ha nei passaruota ventilati un altro elemento chiave, alimentato dalle turbolenze delle ruote posteriori.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti