Fugge in auto dalla polizia: si nasconde, poi ci ripensa e si costituisce... a piedi

È successo a San Donà di Piave, in provincia di Venezia: un 35enne fuggito all’alt della volante, è poi si è pentito ammettendo le sue colpe e l'eccesso di velocità
Fugge in auto dalla polizia: si nasconde, poi ci ripensa e si costituisce... a piedi
Tagsinseguimentoposto di bloccopolizia

A San Donà di Piave, in provincia di Venezia, un uomo prima è fuggito dalla polizia e poi, pentito, è tornato per costituirsi. Un episodio, di quelli che non se ne sentono in giro e a cui gli agenti della zona non pensavano di assistere. Ma vediamo come sono andati i fatti nel dettaglio.

Fuga in auto con la droga, si nasconde tra le siepi ma gli ritirano la patente

Il finale inaspettato

Nella notte di venerdì 11 giugno 2021, in via Unità d’Italia a San Donà è iniziato un inseguimento tra il 35enne, residente nel trevigiano e domiciliato nella cittadina, e la polizia. L’uomo, alla guida di un’Audi, non si sarebbe fermato all’alt di un posto di blocca della polizia locale. Secondo quanto riportato, inoltre, la velocità a cui viaggiava era piuttosto elevata.

Evitato l’alt, gli agenti non hanno potuto far altro che inseguire la vettura con a bordo il 35enne, messo alle strette. Una volta capito di non poter più fuggire al volante, l’automobilista è sceso dalla vettura e ha continuato la fuga a piedi, per poi nascondersi. Sembrava tutto terminato qua e, invece, poco dopo è avvenuta la consegna spontanea agli agenti. Il motivo di questo gesto? Non è dato saperlo, ma almeno l’uomo ha capito di aver sbagliato.

Paura a Firenze, cavallo imbizzarrito finisce contro l'auto della ministra Lamorgese

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti