Cassazione e incidenti moto, se la causa è la strada il centauro va sempre risarcito

A Genova l'ordinanza ha stabilito che il responsabile delle condizioni del manto è l'ente gestore. Anche in caso di guida disattenta, la decisione va incontro ai motociclisti
Cassazione e incidenti moto, se la causa è la strada il centauro va sempre risarcito
TagsIncidenteGenovaCassazione

Le strade dissestate sono spesso causa di molti problemi per i motociclisti. la tenuta dell'asfalto è un problema difficile da risolvere per chi guida moto o scooter, ma ad oggi è stato fatto un passo in avanti per capire di chi sia la responsabilità del manto stradale: lo ha deciso la Cassazione.

Il verdetto della Cassazione

Naturalmente, quando si percorre un tratto d’asfalto malridotto, bisogna prestare molta attenzione e guidare con cautela, soprattutto in sella alle due ruote. Ma se un motociclista dovesse cadere proprio a causa dei danni sulla strada, di chi sarebbe la responsabilità? È proprio su questo argomento che si è pronunciata la Cassazione. Con un’ordinanza, è stato stabilito che è l’ente gestore della strada ad avere il compito di manutenzione e che, anche in caso di incidente dovuto a guida disattenta, è lui a dover risarcire i motociclisti coinvolti in eventuali sinistri.

La Provincia è responsabile

Nello specifico, la questione è stata chiarita in provincia di Genova, quando un uomo alla guida di un ciclomotore è caduto per un avvallamento del manto stradale; nonostante le brutte condizioni della strada fossero visibili ed evitabili, la Cassazione ha stabilito come sia compito della Provincia risarcire la vittima dell’incidente. Intanto, però, prestate sempre molta attenzione a dove poggiate le gomme.

MV Agusta, 2003 km e 11 paesi in 24 ore: il record di Valerio Boni

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti