È ai domiciliari, ma scappa in auto: l'inseguimento finisce con... un altro arresto

A Napoli i Carabinieri hanno fermato un 27enne dopo una "Grande Fuga" lungo la SS 162
È ai domiciliari, ma scappa in auto: l'inseguimento finisce con... un altro arresto
TagsnapoliinseguimentoAuto

Era sottoposto ai domiciliari, ma a bordo di un'auto si è rivelato protagonista di un inseguimento lungo la SS 162 assieme alle forze dell'ordine, che sono poi riuscite a fermarlo ponendo fine alla "Grande Fuga". È successo a Napoli: da un lato Bruno Emanuele Borrelli, 27 anni, del quartiere Ponticelli del capoluogo campano, dall'altro i Carabinieri della compagnia di Napoli Poggioreale.

Folle inseguimento lungo la SS 162

Nei giorni scorsi le forze dell'ordine avevano intercettato in via Taddeo da Sessa un'auto che si era lanciata a grande velocità lungo via Gianturco, dando il via all'inseguimento. L'auto ha poi imboccato la Strada Statale 162, compiendo anche alcuni pericolosi sorpassi, che hanno messo a repentaglio la sicurezza degli altri utenti della strada.

Tangenziale Napoli, l'auto fa retromarcia illegale VIDEO

I Carabinieri sono riusciti prima ad accostarsi, poi a fermare il veicolo guidato dal Borrelli lungo la corsia di emergenza. Uscito dalla vettura, il protagonista ha subito ammesso di essere sottoposto ai domiciliari. Dopo essere stato arrestato, è adesso in attesa della punizione.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti