È ai domiciliari, ma scappa in auto: l'inseguimento finisce con... un altro arresto

A Napoli i Carabinieri hanno fermato un 27enne dopo una "Grande Fuga" lungo la SS 162
È ai domiciliari, ma scappa in auto: l'inseguimento finisce con... un altro arresto
TagsnapoliinseguimentoAuto

Era sottoposto ai domiciliari, ma a bordo di un'auto si è rivelato protagonista di un inseguimento lungo la SS 162 assieme alle forze dell'ordine, che sono poi riuscite a fermarlo ponendo fine alla "Grande Fuga". È successo a Napoli: da un lato Bruno Emanuele Borrelli, 27 anni, del quartiere Ponticelli del capoluogo campano, dall'altro i Carabinieri della compagnia di Napoli Poggioreale.

Folle inseguimento lungo la SS 162

Nei giorni scorsi le forze dell'ordine avevano intercettato in via Taddeo da Sessa un'auto che si era lanciata a grande velocità lungo via Gianturco, dando il via all'inseguimento. L'auto ha poi imboccato la Strada Statale 162, compiendo anche alcuni pericolosi sorpassi, che hanno messo a repentaglio la sicurezza degli altri utenti della strada.

Tangenziale Napoli, l'auto fa retromarcia illegale VIDEO

I Carabinieri sono riusciti prima ad accostarsi, poi a fermare il veicolo guidato dal Borrelli lungo la corsia di emergenza. Uscito dalla vettura, il protagonista ha subito ammesso di essere sottoposto ai domiciliari. Dopo essere stato arrestato, è adesso in attesa della punizione.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti