Prove

Vedi Tutte
Prove

Nissan Navara, un "americano" a Roma: la prova

Nissan Navara, un "americano" a Roma: la prova

Robusto e grintoso fuori, comodo e spazioso dentro: abbiamo provato la dodicesima generazione di pick-up giapponese dallo stile americano e costruito in Europa. 

Sullo stesso argomento

 Francesco Colla

mercoledì 13 aprile 2016 11:19

ROMA - Tornati al volante della propria citycar ci si sente spaesati, minuscoli e quasi impotenti. Dopo aver dominato la strada e guardato tutti dall'alto in basso è dura tornare alla realtà. Nuova Nissan NP300 Navara è probabilmente una delle auto meno indicate per la vita urbana, ma ci mancherà tantissimo, perché il bestione giapponese pensato per l'Europa (e costruito a Barcellona) in versione Double Cab regala una sensazione di onnipotenza cui  ci si abitua subito. 

190 CV TURBO - Presentato allo scorso Salone di Francoforte, il rinnovato pick-up rappresenta la dodicesima generazione di una stirpe di fuoristrada da lavoro e tempo libero nata oltre 80 anni fa e capace di portare ovunque una tonnellata di materiale. Con l'aggiunta che ora Navara non è solo robusto ma anche confortevole e all'esterno muscoloso abbina un abitacolo ben fatto e adatto a scarrozzare molto comodamente cinque persone. D'altronde stiamo parlando di un cassonato lungo 5,3 metri, largo 1,85, alto 1,84 e pesante quasi 2 tonnellate. E per garantire una potenza adeguata, sotto al cofano troviamo il motore top di gamma, il turbodiesel 2.3 litri da 190 cv e 450 Nm di coppia disponibili fin dai 1500 giri. La spinta c'è e basta ingranare la prima (ma si può scegliere anche il cambio automatico) e schiacciare il pedale per rendersi conto che oltre all'aspetto da dura Navara è un'auto di sostanza, capace di scattare da 0 a 100 in 10,8 secondi, come una buona berlina, ma con alcuni plus che per alcuni possono fare la differenza: ad esempio rimorchiare fino a 3,5 tonnellate di massa o superare pendenze superiori al 30%. 

COMFORT DA BERLINA - L'abitacolo, o meglio la cabina, è molto confortevole e in allestimento top di gamma Tekna sembra di stare a bordo di un Qashqai in versione maxi o di un X-Trail. L'allestimento comprende volante e sedili (riscaldabili) in pelle, tettuccio elettrico, clima bizona e sistema di infotainment con touchscreen 7 pollici da cui controllare navigatore, telecamera posteriore e around view monitor, ossia la visione virtuale dall'alto del veicolo, che in parcheggio è una mano santa. Per gli altri: il paraurti posteriore in acciaio è all'altezza cofano delle altre vetture e bisogna stare attenti a non far danni.

AGILE NONOSTANTE LE DIMENSIONI - Ma Navara si lascia guidare agilmente e con un diametro di sterzo di 12,4 metri il bisonte trotta bene anche in città, dove i consumi rilevati si attestano sui 10 km con un litro. Ma il suo habitat naturale non sono le pianeggianti strade asfaltate (dove peraltro non fa una piega anche prendendo buche fonde come crateri), bensì le cime montuose, i deserti o qualsiasi altro luogo inaccessibile ai più. Nell'extraurbano si apprezza oltre alla già citata prontezza del motore anche la silenziosità complessiva dell'abitacolo: merito dello spoiler anteriore integrato nel paraurti che diminuisce i fruscii e dei nuovi materiali utilizzati per gli interni, capaci di assorbire vibrazioni e rumori di un propulsore di per sé “brontolone”. Ovviamente non siamo al volante di una sportiva e i 190 cv sotto al cofano sono più da tiro che da corsa: nell'inserimento in curva lo sterzo non è il massimo della precisione e visto il baricentro alto il rollio è piuttosto accentuato. 

GRANDE IN OFFROAD - Sullo sterrato si viaggia sul velluto: nuovo Navara è disponibile anche con sospensioni posteriori Multi-link a sostituzione delle classiche balestre. Il comfort ne giova parecchio e anche prendendo con una certa allegria dossi e cunette non si sobbalza più di tanto. Purtroppo non abbiamo incontrato un percorso veramente degno delle doti off-road del pick-up e abbiamo inserito la trazione integrale più per sfizio che per necessità: l'impressione è che spostando il selettore sulle ridotte ci si possa cavare d'impiccio anche quando le condizioni sono proibitive. Inoltre per facilitare la vita di chi vive in montagna ci sono di serie Hill Descent Control e Hill Start Assit che assistono durante salite e discese difficili. 

Nuova Nissan GT-R, sempre più killer

PREZZI - Complessivamente la settimana trascorsa con Navara è stata molto piacevole e divertente e la guida in città è stata meno traumatica del previsto (trovare un parcheggio è un altro paio di maniche), mentre nell'extraurbano e in autostrada il pick up si è dimostrato una grande viaggiatore pur con i limiti imposti dalla sua stazza (non è propriamente astemio). Il listino parte da 19.560 euro (Iva esclusa, 24.728 chiavi in mano) dell'entry level King Cab 2WD con motore da 160 cv fino ai 33.700 euro (41.979 chiavi in mano): che a pensarci bene non sono tanti per un'auto comoda, ben rifinita e capace di portare in vacanza mezza casa e tutta la famiglia. 

Articoli correlati

Commenti