Citroen Ami One Concept: la microcar elettrica

Al Salone di Ginevra Citroen presenterà il concept Ami One. Da microcar a veicolo car sharing: il "cubetto" si proietta nel futuro
Citroen Ami One Concept: la microcar elettrica

Un “cubetto” elettrico, più che mai un dispositivo in senso ampio per la mobilità nei centri urbani. Citroen Ami One Concept è un’idea di microcar a batterie, un quadriciclo leggero, ripescando tra le definizioni da Codice della Strada, vista anche la possibilità di essere guidata a partire dai 16 anni. È una visione sulla mobilità futura, che contempla anzitutto l’utilizzo e il possesso per periodi brevi, prima ancora della proprietà.

Citroën Ami One Concept: tutte le foto
Guarda la gallery
Citroën Ami One Concept: tutte le foto

Un percorso completamente digitale, quello immaginato da Citroen, per scoprire, configurare, prenotare e prelevare la Ami One Concept, in punta di smartphone. Ha la peculiarità delle proporzioni, ultracompatte, con 2,50 metri di lunghezza su 1,50 di larghezza e altrettanti in altezza, per 425 kg di peso. Assicura 100 km di autonomia di marcia, dalla batteria agli ioni di litio, ricaricabile in 2 ore. La velocità è limitata a 45 km/h e, a bordo, offre due posti.

Per certi versi vuol essere per la mobilità urbana un’idea accessibile a tutti come lo fu la 2CV in altre epoche. Un concept destinato all’ecosistema cittadino attraverso un car-sharing che da pochi minuti può diventare un noleggio a lungo termine, fino a 5 anni. Dai servizi del gruppo PSA Free2Move per il car-sharing al noleggio Citroen Ren&Smile, che può riservare il veicolo per 5 gioni o più mesi.

Il percorso di utilizzo immagina una consegna in città, da “distributori” ad hoc. A bordo, Ami One si gestisce attraverso lo smartphone e l’assistente vocale. Nel design è la simmetria a essere centrale. Microcar con capote in tessuto, le portiere si aprono in senso opposto: controvento quella del guidatore, classica dal lato guida, scelta che si riflette in una perfetta simmetria e interscambiabilità dei componenti, con vantaggi nell’economia della produzione. 

Altra peculiarità di Citroen Ami One Concept, l’integrazione di una “firma sonora”, suoni artificiali e variabili in funzione della velocità e in grado di avvisare i pedoni della presenza su strada del prototipo elettrico, come richiesto da una normativa entrata in vigore a inizio 2019.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti