C'e tanta Italia alla Techno Classica di Essen

Alfa Romeo con la 1900 Sport Spider del 1954, le roadster Lamborghini, ACI e la Coppa d'Oro delle Dolomiti. Il più importante Salone europeo di auto d'epoca parla anche italiano.
C'e tanta Italia alla Techno Classica di Essen
2 min
Sono oltre 1250 gli espositori provenienti da 30 paesi che dal 15 al 19 aprile popolano al 27esima edizione della Essen Techno Classica, uno dei maggiori appuntamenti al mondo per le auto d'epoca. Non mancano ovviamente i padroni di casa, con Audi che espone le sue cabrio, Opel che espone il prototipo Experimental GT del '65, Porsche fresca di trentennale della 959 e l'iconqa Volkswagen Polo in odore di quarant'anni. Poi le aristocratiche quanto immancabili Bentley e Rolls Royce, rispettivamente ad Essen per gli 85 anni della Speed Six “Blue Train“ e i 90 anni della Phantom e l'altrettanto blasonata Bugatti con la Vyeron, "neoclassico" sportivo che ha appena compiuto 10 anni. C'è veramente di tutto, compreso il van Ford Transit arrivato al traguardo del mezzo secolo. 

Ma in Germania si parla anche italiano: Lamborghini espone due capolavori, la Miura Roadster del 1968, esemplare originale e unico nel suo genere e la sportivissima Veneno Roadster che fa parte della collezione Lamborghini storiche del Museo del Toro. Non manca Alfa Romeo: protagonista assoluta la nuova 4C Spider, esposta per la prima volta in Germania, con al suo fianco una seconda vettura sportiva senza tettuccio fisso: l'affascinante Alfa 1900 Sport Spider del 1954, un esemplare unico sviluppato oltre 60 anni fa per essere lanciata nel mondo delle corse. Alla "Techno Classica 2015" sfila anche la 1300 Sprint del 1964, l'ultima serie della Giulietta Sprint, che vanta una lunga sequenza di successi sui circuiti internazionali. Accanto al magnifico coupé storico, il pubblico può ammirare l'omonimo modello attuale grazie al quale il celebre nome rivive nel XXI secolo.

Ma al Salone tedesco partecipa anche Coppa d'Oro delle Dolomiti, la "Mille Miglia delle Alpi": la gara di regolarità omaggia la Germania che esattamente sessant’anni fa si aggiudicò il podio con Olivier Gendebien, futuro ferrarista, a bordo della sua Mercedes-Benz 300 SL “ali di gabbiano”. E ovviamente l'occasione è propizia per presentare ai tanti gentlemen drivers tedeschi la nuova edizione della gara, che si correrà dal 23 al 26 luglio 2015. 

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti