Corriere dello Sport

Olimpiadi Invernali

Vedi Tutte
Olimpiadi Invernali

PyeongChang, il vicepresidente Pence risponde a Rippon

PyeongChang, il vicepresidente Pence risponde a Rippon
© Getty Images

«Non farti ingannare dalle fake news, noi siamo qui per te». Il campione olimpico di pattinaggio, dichiaratamente gay, si era rifiutato di incontrare il politico

Sullo stesso argomento

 

giovedì 8 febbraio 2018 16:39

ROMA - Un olimpionico Usa di pattinaggio artistico su ghiaccio, Adam Rippon, si è rifiutato di incontrare il vicepresidente Mike Pence, capo della delegazione americana ai Giochi sudcoreani, dopo averlo criticato per le sue posizioni sui diritti gay. Lo scrive Usa Today. Dopo aver letto una intervista del 17 gennaio in cui Rippon aveva preso di mira Pence, lo staff del vicepresidente aveva chiesto alla commissione olimpica Usa di organizzare lo stesso giorno un colloquio tra l'atleta e Pence ma Rippon rifiutò.

PENCE - In un post sul suo account Twitter, il vicepresidente Mike Pence ha assicurato Adam Rippon, l'atleta che lo ha criticato per la sua posizione sui diritti gay, che la delegazione Usa ai Giochi sudcoreani è lì «per te» e lo ha ammonito a non farsi distrarre dalle «fake news». «Sono orgoglioso di te e di tutti i nostri grandi atleti e la mia unica speranza per te e per tutto il team Usa è portare a casa l'oro», ha cinquettato il vicepresidente.

Articoli correlati

Commenti