Corriere dello Sport

Olimpiadi Invernali

Vedi Tutte
Olimpiadi Invernali

Skiathlon: i commenti delle azzurre a fine gara

Skiathlon: i commenti delle azzurre a fine gara
© Getty Images

La Brocard sperava di far meglio, mentre la giovane Comarella parla dell'emozione provata alla prima gara olimpica. La Debertolis spiega che le gambe non hanno retto

Sullo stesso argomento

 

sabato 10 febbraio 2018 10:51

PYEONGCHANG - Iniziare il cammino olimpico piazzando il proprio miglior rappresentante al 26° posto non è proprio di buon auspicio, ma l'Italia era preparata a partire con il freno a mano tirato, visto che la skiathlon femminile, nello sci di fondo, non vedeva di certo le azzurre tra le favorite. A fine prova le quattro azzurre hanno provato ad analizzare la loro gara. Le vediamo una per una.
ELISA BROCARD - Non è soddisfatta della sua gara Elisa Brocard: «Sicuramente mi aspettavo qualcosa meglio - spiega l'azzurra, che pure con il suo 26° posto è stata la migliore delle nostre - Ho faticato muscolarmente. Forse era la neve lenta, o la pista dura o il vento. Questa volta le migliori non sono partite fortissimo, le vedevo, poi ho patito di più in skating. Sono contenta per i materiali, e spero di far bene nella 10 km».
ANNA COMARELLA - La più giovane delle nostre rappresentanti, Anna Comarella, prende gli aspetti positivi di questa skiathlon, che ha portato la Svezia in cima al medagliere: «E' stata un'emozione fortissima, la prima Olimpiade è il sogno di ogni atleta. Ci sono ritmi molto alti ed è difficile stare davanti. In classico riesco a difendermi e a stare vicina alle trenta, soffro di più in skating. Ce la stiamo mettendo tutta e speriamo di riuscire a fare una bella Olimpiade».
ILARIA DEBERTOLIS - Buona partenza e poi un cedimento: è così che Ilaria Debertolis analizza la sua prova odierna: «Nel primo giro in tecnica classica sono riuscita a tenere, poi le gambe mi hanno ceduto e sono arrivata fino alla fine perché siamo ad un'Olimpiade».
SARA PELLEGRINI - Più di così non poteva fare: è questo quello che pensa della sua gara Sara Pellegrini: «Le piste qui sono molto impegnative e molto dure - spiega l'azzurra - Io ho fatto il massimo, le migliori vanno veramente forte. Sono degli esempi da seguire».

Articoli correlati

Commenti