Corriere dello Sport

Olimpiadi Invernali

Vedi Tutte
Olimpiadi Invernali

Ecco la prima medaglia: Windisch è bronzo

Ecco la prima medaglia: Windisch è bronzo
© Getty Images

Arriva dal biathlon il primo podio dell'Italia a PyeongChang. L'azzurro si piazza alle spalle del tedesco Peiffer e del ceco Krcmar grazie a una gara quasi perfetta. E poteva persino arrivare l'oro

Sullo stesso argomento

 

domenica 11 febbraio 2018 13:29

PYEONGCHANG - Arriva dal biathlon la prima medaglia della spedizione italiana alle Olimpiadi invernali di PyeongChang 2018. A firmare l'impresa, un po' a sorpresa, è Dominik Windisch, che grazie a una prova maiuscola nella 10 km sprint maschile si è messo al collo una splendida medaglia di bronzo (ad appena 7"7 dalla medaglia d'oro) nella gara che ha visto trionfare il tedesco Arnd Peiffer davanti al ceco Michal Krcmar (secondo a 4"4).


UN ERRORE DI TROPPO - Quella vinta da Windisch è una medaglia straordinaria, perché se ieri ci si attendeva tanto dalla Wierer, oggi l'azzurro non era certo tra i favoriti. Eppure il bronzo poteva persino trasformarsi in oro, dal momento che Dominik è stato perfetto al tiro per i primi nove colpi, per poi sbagliare proprio il decimo e ultimo tiro. Un errore che, a conti fatti, gli è costato il titolo olimpico. Poco importa, però, grazie a questo podio l'Italia entra ufficialmente nel medagliere di questi Giochi. Inoltre il terzo posto permetterà a Windisch di partire tra i primissimi nella prova ad inseguimento di domani. Buona prova anche per un altro italiano, Lukas Hofer, che ha chiuso al decimo posto malgrado due errori al tiro.
MALE I FAVORITI - E dire che nella gara di oggi i due favoritissimi erano il norvegese Johannes Boe e il francese Martin Fourcade. Entrambi però sono incappati in una giornataccia al tiro: il primo ne ha sbagliati quattro, finendo lonatno dai primi. Il francese tre, e nonostante ciò ha chiuso all'ottavo posto a 2221 dalla medaglia d'oro. Il che lo mette comunque in discreta posizione per poter tentare di rifarsi nella più lunga gara di domani, nella quale potrà anche correre sull'uomo, cosa che a lui piace particolarmente. Intanto noi ci godiamo lo splendido bronzo di Windisch.

Articoli correlati

Commenti