Corriere dello Sport

Olimpiadi Invernali

Vedi Tutte
Olimpiadi Invernali

Biathlon: oro alla Oeberg, la Wierer chiude 7ª

Biathlon: oro alla Oeberg, la Wierer chiude 7ª
© Bongarts/Getty Images

La gara sui 15 km vede il trionfo a sorpresa della svedese davanti alla slovacca Kuzmina e alla favorita tedesca Dhlmeier. Buona prova dell'azzurra, penalizzata da due errori

Sullo stesso argomento

 

giovedì 15 febbraio 2018 11:29

PYEONGCHANG - Non sorride all'Italia la 15 km individuale femminile di biathlon, gara che recuperava quella rinviata mercoledì a causa del forte vento. Un paio di errori al poligono lasciano infatti fuori dal podio la punta della squadra azzurra, Dorothea Wierer, che deve accontentarsi del settimo posto finale.
TRIONFO SVEDESE - A trionfare, decisamente a sorpresa, è la giovannea svedese Hanna Oeberg, che ha fatto sua la medaglia d'oro chiudendo con il tempo di 41'07"2. Argento per la slovacca Anastasiya Kuzmina (41'31"9), che grazie a una performance straordinaria nel fondo ha rimediato a due pesanti errori al tiro; bronzo per la tedesca Laura Dahlmeier (41'48"4), alla terza medaglia di queste Olimpiadi di PyeongChang dopo i due ori arrivati nelle prime due gare individuali.
LE ITALIANE - Come detto invece Dorothea Wierer, prima delle azzurre, ha chiuso al settimo posto chiudendo in 43'15"8, staccata di 2'08"6 dalla vincitrice. Più indietro le altre: Lisa Vittozzi 32esima (con tre errori al tiro e un ritardo di 4'04"6), Alexia Runggaldier 33esima (con due errori e un ritardo di 4'07"8), Nicole Gontier 38esima (con ben quattro errori e un ritardo di 4'25"3).

IL COMMENTO DELLA WIERER - A fine gara Dorothea Wierer non maschera la sua delusione: «Avevamo degli sci molto buoni -ha detto l'azzurra dopo aver concluso la sua prova - ma non riesco a concentrarmi al 100%, sono stanca mentalmente, soffro ancora per il fuso orario». Anche Lisa Vittozzi ha detto chiaramente di non essere soddisfatta: «Ho commesso troppi errori al tiro - ha spiegato - non sono contenta di questa gara. Proverò a rifarmi nella prossima». Magari in una delle due staffette, quella mista e quella femminile.

Articoli correlati

Commenti