Corriere dello Sport

Olimpiadi Invernali

Vedi Tutte
Olimpiadi Invernali

Bob, speed skating e salto con gli sci: tre medaglie in palio nel lunedì coreano

Bob, speed skating e salto con gli sci: tre medaglie in palio nel lunedì coreano
© AP

Nella gara a squadre di ski jumping la Norvegia va a caccia dell'oro. Ronald Mulder favorito nei 500 metri di pattinaggio di velocità

Sullo stesso argomento

 

domenica 18 febbraio 2018 21:18

PYEONGCHANG - Nel lunedì coreano si assegnano appena tre medaglie, ma di certo non mancheranno le emozioni. C'è grande attesa per il pattinaggio di velocità che torna in auge con i 500 metri maschili, ma anche il salto con gli sci a squadre si preannuncia accattivante. In gara infine, pure gli atleti del Bob a due maschile che, dopo le prove di qualificazione già disputate, battaglieranno a caccia dell'oro. 

SPEED SKATING - Nei 500 metri maschili di pattinaggio di velocità i riflettori sono tutti puntati sull'olandese Ronald Mulder, già bronzo alle Olimpiadi di Sochi proprio in questa disciplina. Proverà a mettergli i bastoni tra le ruote il suo connazionale Kai Verbij, altro specialista della gara, ma attenzione anche al norvegese Havard Lorentzen e all'altro olandese Jan Smeekens. Tra i possibili outsider non è da sottovalutare il finlandese Mika Poutala. 

SALTO CON GLI SCI - La competizione a squadre di Ski Jumping ha un'unica grande favorita: la Norvegia. Johann Forfang, Robert Johansson, Andreas Stjernen e Daniel Tande sono gli assi che la selezione scandinava metterà in gioco per conquistare quella medaglia d'oro che tutti nell'ambiente si aspettano. Guai però a sottovalutare l'impegno e la caratura delle altre nazionali. Tra le varie si segnalano Polonia e Germania, grandi indiziate per un posto sul podio. 

BOB A DUE - Il tedesco Nico Walther, "spinto" da Christian Poser, è stato il migliore dopo le prime manche del bob a due ed è quindi automaticamente lui il candidato principale nella corsa alla medaglia. Occhio però anche al canadese Justin Kripps (in team con Alexander Kopacz) e all'altro tedesco Johannes Lochner (con Christopher Weber). Da tenere d'occhio anche il lattone Melbardis e l'ultimo atleta proveniente dalla Germania: Francesco Friedrich. 

Articoli correlati

Commenti