Olimpiadi Invernali

Vedi Tutte
Olimpiadi Invernali

Olimpiadi, complimenti social per Sofia Goggia 

Olimpiadi, complimenti social per Sofia Goggia 
© LAPRESSE

Gli ori al femminile di PyeongChang scatenano gli applausi di tante campionesse: da Compagnoni a Bebe Vio ma non mancano quelli dello juventino Federico Bernardeschi

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 21 febbraio 2018 18:08

ROMA - «I nostri sciatori sono state sotto le attese, le donne hanno saputo cogliere il momento importante con le loro forze: caratterialmente hanno una marcia in più». Parola di Matteo Guadagnini, ct delle azzurre di sci. Se la conclusione da PyeongChang è 'di parte', il dato incontestabile degli ori tutti al femminile scatena gli applausi di tante campionesse, da Deborah Compagnoni a Bebe Vio.

«Vincere una Olimpiade è il sogno di ogni sportivo - commenta la Compagnoni, tra ori olimpici tra '92 e '98 - Sofia se lo merita, ha avuto giornate così così anche a questa Olimpiade, ma ce l'ha messa tutta e ha superato avversarie molto forti. Sofia Goggia piace ai giovani, comunica bene e non si è costruita un personaggio artificiale. Lei è una ragazza molto intelligente e questo può far sì che possa trascinare più persone, anche giovani, alla pratica dello sci». «Bellissimo, fighissimo. Sono veramente contenta per Sofia. Ero andata a vederla due anni fa alla coppa del Mondo a Cortina e mi ero innamorata di lei perché è una tipa tosta», commenta Bebe Vio. «Ha detto che da quando aveva sei anni sognava di vincere un'olimpiade - ha aggiunto - e so che emozione si prova perché anche io ho sempre avuto quel sogno fin da quando ne avevo cinque».

COMPLIMENTI SOCIAL - Arrivano via twitter i complimenti della tennista Roberta Vinci, «Congratulazioni Sofia Goggia! Che emozione!», così come quelli di Rossella Fiamingo, argento nella spada ai Giochi di Rio 2016: «Si, sei Sofia Goggia e sei nell'Olimpoooo...grande Sofy!!!». «Che emozione! Mitica», twitta la neomamma Tania Cagnotto con una foto della Goggia inginocchiata sulla neve, il tricolore in mano. Parla di una «medaglia meravigliosa» Manuela Di Centa, campionessa olimpica del 1994 a Lillehammer e membro onorario del CIO. «È una medaglia meravigliosa perché è chiaro che l'oro lo è, però è chiaro che si tinge anche di significati ancora più belli perché mi piace dire viene da una donna - le parole della Di Centa a Radio 24 - Questa medaglia viene da una ragazza che butta veramente il cuore al di là dell'ostacolo e lo butta con un carattere molto forte, e credo che al di là di questa sua voglia di regalare anche un po' di pazzia a tutti noi, ci sia una grande serietà di pensiero, ci sia una freddezza nel calcolare, cioè quello che c'è dentro una campionessa». Non mancano i complimenti dell'attaccante juventino Federico Bernardeschi che scrive in maiuscolo: «Orgoglio italiano! Grande Sofia!».

Articoli correlati

Commenti