Olimpiadi

Vedi Tutte
Olimpiadi

Roma2024: Carraro "candidatura capitale vista con simpatia"

Roma2024: Carraro

 

venerdì 5 agosto 2016 19:41


RIO DE JANEIRO (BRASILE) (ITALPRESS) - La candidatura di Roma ad ospitare le Olimpiadi del 2024 e' vista con simpatia dai membri del Cio. Rimane solo da risolvere il problema relativo alle perplessita' del sindaco Virginia Raggi. E' il pensiero di Franco Carraro, autorevole membro del Cio, che sta svolgendo un lavoro con gli altri colleghi del comitato internazionale al fine di far conoscere tutti i particolari della candidatura della Capitale e promuovere questa scelta. "Penso che il regolamento delle Olimpiadi dice che si candida la citta', con l'appoggio del comitato olimpico e il sostegno del Governo" dice Carraro all'Italpress, al termine di un incontro del presidente del Consiglio Matteo Renzi con la stampa sportiva estera specializzata, al quale era presente insieme a Giovanni Malago', Luca Cordero di Montezemolo e il collega al Cio Mario Pescante.
"Nel mese di giugno 2015, il consiglio comunale di Roma a stragrande maggioranza ha deliberato di candidarsi e 15 giorni dopo, il 2 luglio, il Coni ha deliberato di appoggiare la candidatura. In questo momento noi sappiamo che la Sindaco eletta di Roma ha delle perplessita'. Avere delle opinioni e' legittimo e giusto, penso che il Comune di Roma in tempi piu' rapidi possibili debba dire se conferma la delibera del Consiglio comunale dello scorso anno oppure se ha cambiato opinione. In questo momento stiamo facendo un lavoro per spiegare il lavoro di Roma, la candidatura, quanto e' bella la nostra citta', quanto il Primo ministro appoggia, ma abbiamo questa incognita. Finche' non si risolve, siamo un po' sospesi" le parole di Carraro. "Che Roma sia vista con simpatia, che l'Italia sia un Paese in cui tutti vengono con piacere, che il Coni abbia una tradizione di saper organizzare le cose e di essere efficiente e di onorare gli ospiti e lo sport mi sembra che sia un dato di fatto scontato" ha aggiunto l'ex presidente del Coni.
(ITALPRESS).

Articoli correlati