Londra 2012, sospetto doping: sostanza misteriosa su atleti britannici

Secondo Mail on Sunday, alle Olimpiadi inglesi fu condotto un progetto sperimentale segreto con il presunto obiettivo di migliorare le prestazioni degli atleti

© LAPRESSE

LONDRA (Gran Bretagna) - Giallo in Gran Bretagna in materia di sport e medicina e sospetto doping. Secondo un'inchiesta pubblicata dal Mail on Sunday, le Olimpiadi di Londra 2012 furono utilizzate per testare sugli atleti britannici una misteriosa sostanza. Un progetto sperimentale segreto, del costo di centinaia di migliaia di sterline e condotto in assoluta segretezza con il presunto obiettivo di migliorare le prestazioni degli atleti in gara. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un esperimento in violazione delle regole antidoping, e quali siano stati gli effetti collaterali per la salute degli sportivi; di sicuro la segretezza del tutto non ha certo aiutato, almeno finora, a far luce sulla vicenda. Secondo le rivelazioni del giornale, agli atleti venne fatta firmare una liberatoria nel caso di contrattempi, e anche un impegno a non divulgare informazioni sull'accordo sottoscritto e sulla natura dell'esperimento. Secondo il Mail on Sunday, sarebbero 91 gli atleti d'elite, di otto discipline, che hanno ricevuto il prodotto, "una bevanda energizzante a marchio DeltaG, quindi considerato alla prima fase dei test sull'uomo".

Commenti