Paralimpiadi, Trimi è d'oro nei 50 dorso: "La magia dell'acqua mi ha spinto"

L'azzurra, con il tempo di 51"34, ha preceduto la britannica Challis e la russa Shishova, conquistando il gradino più alto del podio
Paralimpiadi, Trimi è d'oro nei 50 dorso: "La magia dell'acqua mi ha spinto"© EPA
TagsTrimiParalimpiadi

Nella quarta giornata delle Paralimpiadi di Tokyo arriva ancora un altro oro: è di Arjola Trimi che, nei 50 dorso, si è imposta con il tempo di 51"34 piazzandosi sul gradino più alto del podio. L'azzurra ha preceduto la britannica Ellie Challis (55"11) e la russa Iuliia Shishova (57"03). 

La cerimonia inaugurale delle Paralimpiadi: l'Italia sfila a Tokyo
Guarda la gallery
La cerimonia inaugurale delle Paralimpiadi: l'Italia sfila a Tokyo

Il percorso fino a Tokyo

Dopo la sua vittoria, Trimi ha parlato ai microfoni della Rai del suo percorso per arrivare qui, a Tokyo, e vincere qualcosa di importante: "Non mi aspettavo un tempo così basso, ma sono felice. C'è qualcosa di magico nell'acqua che mi spinge, l'acqua è libertà per me. La mia famiglia c'è sempre stata e, se non fosse stato per i miei familiari, non sarei qui. Per me quest'oro significa tantissimo, ho dovuto fare della resilienza, è stato il mio punto di partenza per ogni situazione"

Mistero Bebe Vio: "Rinuncio alla gara di sciabola"
Guarda il video
Mistero Bebe Vio: "Rinuncio alla gara di sciabola"

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti