Inseguimento a squadre, Italia in finale con record del mondo

Medaglia sicura per gli azzurri Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon e Jonathan Milan, che hanno vinto la sfida con la Nuova Zelanda in 3'42"307
Inseguimento a squadre, Italia in finale con record del mondo© Getty Images

TOKYO (GIAPPONE) - Alle Olimpiadi di Tokyo 2020 l'Italia è in finale per l'oro dell'inseguimento a squadre maschile di ciclismo su pista. All'Izu Veledrome, nella semifinale gli azzurri - Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon, Jonathan Milan - hanno fatto registrare un tempo migliore di quello della Nuova Zelanda. Il quartetto italiano della prova di ciclismo su pista inseguimento ha ottenuto la qualificazione alla finale per l'oro delle Olimpiadi di Tokyo stabilendo il nuovo record del mondo della specialità in 3'42''.307, migliorando il precedente record dalla Danimarca in 3'44.672 che risaliva al 2020. La finale è in programma domani. A causa di uno scontro tra un ciclista della Danimarca e uno della Gran Bretagna nella loro batteria, i giudici di gara hanno impiegato oltre un'ora per comunicare l'avversario dell'Italia nella finale per l'oro. Alla fine hanno decretato che sarà la Danimarca a sfidare gli azzurri: a poche centinaia di metri dal traguardo, i danesi erano in netto vantaggio sui britannici.

Olimpiadi, che scontro nell'inseguimento a squadre di ciclismo
Guarda la gallery
Olimpiadi, che scontro nell'inseguimento a squadre di ciclismo

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti