Olimpiadi, ricorso respinto: Gaia Sabbatini fuori dalla finale dei 1500

Inutile la 'mossa' della Fidal: eliminata l'azzurra, rallentata dalla caduta di due altre atlete nella semifinale chiusa all'ottavo posto
Olimpiadi, ricorso respinto: Gaia Sabbatini fuori dalla finale dei 1500© EPA
TagstokyoOlimpiadiAtletica

TOKYO (Giappone) - Ricorso respinto, niente finale per Gaia Sabbatini. La 22enne teramana, ottava in una delle semifinali olimpiche dei 1500 metri a Tokyo2020 (con il tempo di 4'02"25, seconda prestazione italiana di sempre alle spalle del 3'58"65 di Gabriella Dorio e miglior tempo di un'azzurra dal 1984), secondo la Fidal è stata danneggiata dalla caduta di altre due atlete che l'hanno rallentata durante la prova sulla pista giapponese. La federazione italiana di atletica leggera così si è mossa a livello ufficiale ma la Giuria d'appello ha respinto il ricorso e confermato l'eliminazione della Sabbatini.

Gaia Sabbatini, la velocista azzurra che fa impazzire i social
Guarda la gallery
Gaia Sabbatini, la velocista azzurra che fa impazzire i social

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti