Tiro con l'Arco

Vedi Tutte
Tiro con l'Arco

Olimpiadi, Tiro con l'Arco: l'Italia ko con la Cina nei quarti

Olimpiadi, Tiro con l'Arco: l'Italia ko con la Cina nei quarti
© Getty Images

Sfuma la possibilità di medaglia a squadre con Galiazzo, Nespoli e Pasqualucci

Sullo stesso argomento

 Mattia Mallucci

sabato 6 agosto 2016 20:54

RIO DE JANEIRO - Sfuma una prima possibilità di medaglia per l’Italia a Rio 2016. La squadra azzurra del tiro con l’arco, oro a Londra 2012, è uscita ai quarti di finale battuta dalla Cina che si è imposta con un netto 6-0. Nella sfida tenutasi al Sambodromo di Rio i cinesi Gui, Wang e Xing non hanno, di fatto, sbagliato un tiro. Cosa che non sono riusciti a fare gli azzurri Marco Galiazzo, Mauro Nespoli e David Pasqualucci. “Oggi le frecce andavano da tutte le parti -ha spiegato Galiazzo dopo la gara-, non so cosa sia andato storto. Ieri e in allenamento abbiamo tirato benissimo. In gara le cose sono andate diversamente. Riscatto nella prova individuale? Lo spero. Vediamo”.

LA ROMA PER CONSOLAZIONE - Deluso anche il giovane David Pasqualucci, tra i migliori in questa prova. Il 20enne di Genzano, grande tifoso romanista, spera in un pronto riscatto: “E’ chiaro che c’è il dispiacere per come sono andate le cose. Aver pensato troppo che il mirino mandava le frecce verso sinistra ci ha condizionato, e abbiamo gestito male l’energia. Mi consolerò con la Roma? Spero proprio di sì. Ogni atleta ha un altro sport che segue e, nel mio caso, c’è la Roma. Andare a Frigoria per incontrare Totti e compagni? Sarebbe bello. Magari con una medaglia. Ma con una medaglia sarebbe bello andare ovunque”.

Articoli correlati

Commenti