On Air: Juve pronta per la Champions, Ranieri carica la Roma
© ANSA
On Air
0

On Air: Juve pronta per la Champions, Ranieri carica la Roma

I Bianconeri superano 4-1 l'Udinese, ora testa all'Atletico Madrid. "Ci giochiamo tutto in 12 gare" la scossa del neo tecnico della Roma. Schiarita Icardi-Inter. Moto Gp: Rossi crolla nelle seconde libere.

ROMA - La Juve supera agilmente l'Udinese 4-1 grazie alla doppietta di Kean e alle reti di Emre Can, su rigore e di Matuidi, e ora si può concentrare sulla sfida di Champions del 12 marzo contro l'Atletico Madrid. Da ribaltare il pesante 2-0 subito in Spagna. Tutto facile per la squadra di Allegri che si porta momentaneamente a +19 su Napoli in attesa che i partenopei vadano a Sassuolo. Nel finale accorcia Lasagna.

La Juve è pronta per la Champions. Schiarita Icardi-Inter

PARLA RANIERI – "Ci giochiamo tutto in 12 gare”. Sono le prime parole del neo tecnico giallorosso Claudio Ranieri che a Roma Channel fa il punto al termine del primo allenamento: “Ho parlato con la squadra e ho chiesto determinate cose – prosegue – ai tifosi dico invece che è un momento particolare”. Non solo l’allenatore e il direttore sportivo: dopo 7 anni via anche il dottor Riccardo Del Vescovo e il responsabile dei fisioterapisti Stefanini, le deleghe sanitarie sono tutte passate ad Andrea Causarano.

OTTIMISMO ICARDI - Altro incontro tra l'amministratore delegato dell'Inter, Giuseppe Marotta, e l'entourage di Mauro Icardi, rappresentato dal legale Paolo Nicoletti. Dopo quello di mercoledì è andato in scena un altro confronto: secondo quanto emerso, la situazione è in via di miglioramento e c'è ottimismo tra le parti. Non ci sono tempistiche certe sul rientro in squadra dell'attaccante argentino che si allena ancora a parte, chissà che non giochi il derby con il Milan.

MOTO GP CROLLA ROSSI - Prima l'illusione del miglior tempo, poi il crollo alla 17/a posizione che, nella combinata delle due sessioni, diventa 16/a. Nelle libere del Gp del Qatar Valentino Rossi è passato dall'esaltazione alla delusione finale. Per il “dottore” un ritardo di 1”7 dalla vetta, che sembra nascondere qualche intoppo anche alla luce del 2° tempo del compagno Viñales, a 0”474 di distacco dal migliore che, manco a dirlo, è Marc Marquez, che ha stabilito il nuovo record della pista.

di Enrico Sarzanini\Edipress

Vedi tutte le news di On Air

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina