La Bertolini attacca Petrachi. Serie A, salta la prima panchina
© ANSA
On Air
0

La Bertolini attacca Petrachi. Serie A, salta la prima panchina

Il ct della nazionale di calcio femminile critica il diesse della Roma per le sue dichiarazioni post gara. Il Milan ha scelto Spalletti per sostituire Giampaolo, Di Francesco rescinde con la Samp e Ferrero torna sulla trattativa per il club: “La classifica non cambia il valore della società”. A Milano l'ultimo saluto a Squinzi

ROMA - “La frase che il calcio non è uno sport per signorine è primitiva”. Reagisce così la ct della Nazionale femminile, Milena Bertolini, alle parole del ds della Roma, Gianluca Petrachi, dopo le polemiche seguite all'arbitraggio di Roma-Cagliari. Secondo la Bertolini “quello del dirigente giallorosso è il pensiero medio degli italiani verso le donne che fanno calcio”. Sulla questione è intervenuto anche il Ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora: “Manifestano un'arretratezza culturale di cui non avevamo bisogno”.

La Bertolini attacca Petrachi. Serie A, salta la prima panchina

Panchine roventi. Via Di Francesco, Spalletti verso il Milan

Panchine roventi in Serie A la prima a saltare ufficialmente è quella di Eusebio Di Francesco che ha rescisso con la Sampdoria. In pole per sostituirlo Pioli l'aterativa è Iachini. Ore decisive per l'arrivo di Spalletti sulla panchina del Milan. La società ha deciso di esonerare Giampaolo nonostante la vittoria a Marassi contro il Genoa. Per sbloccare tutto servirà l'accordo tra l'Inter e Spalletti che ha un contratto fino al 2021: la società nerazzurra è disposta a riconoscere al tecnico il 50% dei 3,5 milioni netti che restano fino a giugno prossimo, il resto se lo dovranno accollare i rossoneri.

Sassuolo, l'ultimo saluto a Squinzi

C'era il gotha dello sport ai funerali del patron del Sassuolo Giorgio Squinzi celebrati oggi nel Duomo di Milano. Diversi gli allenatori ed i calciatori presenti: Allegri, Di Francesco, Acerbi, Matri, Sensi, Politano, Boateng e Missiroli. Tanti anche i dirigenti, da Marotta, passando per Ausilio, Paratici e Marino fino ad Antognoni e Braida. Anche il mondo del ciclismo ha voluto omaggiare il proprietario della Mapei con in testa il presidente della FederCiclismo, Di Rocco, il due volte vincitore del Giro d'Italia, Ivan Basso, e il due volte iridato, Paolo Bettini.

Ferrero: “La classifica non cambia il valore della Samp”

“Il valore della Sampdoria non può essere ridotto da una momentanea situazione di classifica”. Lo ha precisato il patron del club Massimo Ferrero in una nota dopo il ritiro di CalcioInvest dalla trattativa per l'acquisizione del club “per la seconda volta” come viene sottolineato. “Non possiamo non ribadire che la valutazione del club è sempre stata quella indicata in più lettere di intenti” prosegue la nota in cui viene sottolineato che “usciremo continuando a fare il nostro lavoro in piena unità e armonia”.

di Enrico Sarzanini\Edipress

Tutte le notizie di On Air

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina