Ronaldo, uno stadio in suo onore. Vidal: “Voglio la Champions”
© AFPS
On Air
0

Ronaldo, uno stadio in suo onore. Vidal: “Voglio la Champions”

Il presidente dello Sporting Lisbona vorrebbe dedicargli l'impianto dove CR7 mosse i primi passi. Il centrocampista del Barcellona punta a fare l'en plein stagionale. Medvedev è il primo finalista dell'Atp di Shangai. Impresa di Kipchoge alla maratona di Vienna

ROMA - Dedicare lo stadio dello Sporting Lisbona a Cristiano Ronaldo. Lo ha svelato il patron del club lusitano Frederico Varandas dalle colonne di Tuttosport. CR7 infatti è cresciuto proprio nella società portoghese: “Cristiano è e sarà sempre uno dei più grandi simboli della storia del nostro club – ha spiegato il patron -. Siamo orgogliosi che il nome del miglior calciatore al mondo venga abbinato allo Sporting e l'idea di intitolargli lo stadio è reale”.

Ronaldo, uno stadio in suo onore. Vidal: “Voglio la Champions”

Vidal: “La Champions la mia ossessione”

“Voglio vincere la Champions a tutti i costi”. E' l'ossessione di Arturo Vidal che con il Barcellona vuole provare a fare l'en plein: “Questo club pensa sempre a vincere, anche il campionato e la Coppa del Re – ha detto al quotidiano Sport - so che non è facile ma abbiamo l'organico giusto e la voglia di vincere tutto con la finale di Istanbul in cima ai miei desideri”.

Atp Shanghai, Medvedev primo finalista

Il russo Daniil Medvedev è il primo finalista del torneo di Shanghai, penultimo Masters 1000 della stagione. Dopo aver eliminato in due set l'azzurro Fabio Fognini, il moscovita si è imposto 7-6, 7-5 sul greco Stefanos Tsitsipas, che ieri aveva compiuto l'impresa di eliminare il n.1 al mondo, Novak Djokovic. Medvedev incontrerà domani per il titolo il vincitore della sfida tra il romano Matteo Berrettini e il tedesco Alexander Zverev.

Maratona, impresa di Kipchoge

“Mi sono spinto oltre i limiti umani”. Così Eliud Kipchoge dopo l'impresa alla maratona di Vienna dove ha centrato la 1:59 challenge, la sfida che lo vedeva alla ricerca di un risultato storico che comunque non sarà omologato: completare una maratona (42,195 km) in meno di due ore. Il maratoneta, campione olimpico, ha completato la sua sfida in 1'59''40 diventando di diritto il più grande maratoneta di sempre.

di Enrico Sarzanini\Edipress

Tutte le notizie di On Air

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina