Inzaghi: “Voglio continuità”. Sarri: “Convivo con lo scetticismo”
© ANSA
On Air
0

Inzaghi: “Voglio continuità”. Sarri: “Convivo con lo scetticismo”

Il tecnico della Lazio contro l'Atalanta cerca una vittoria fondamentale in chiave Champions. L'allenatore bianconero domani sfiderà il Bologna di Mihajlovic che va in panchina. Ancelotti alla vigilia del match contro il Verona scuote il Napoli. Un altro infortunio per l'Inter di Conte

ROMA - “Ci serve la continuità che ha l'Atalanta, a livello tecnico non siamo inferiori”. Simone Inzaghi presenta così la sfida Champions contro gli orobici in programma domai allo stadio Olimpico. Una gara “determinante per la classifica, una gara aperta e avvincente contro un avversario scomodo” spiega il tecnico che punta al quarto posto. Così su Lotito che ha ribadito come la Lazio sia una Ferrari: "Il mio lavoro in questi quattro anni è sotto gli occhi di tutti. Il presidente è un grande motivatore e ha voluto spronare tutto l'ambiente”.

Inzaghi: “Voglio continuità”. Sarri: “Convivo con lo scetticismo”

Sarri: “Convivo con lo scetticismo”. Mihajlovic a Torino

"Lo scetticismo è qualcosa con cui convivo da tantissimi anni". Alla vigilia di Juventus-Bologna, Maurizio Sarri risponde così chi gli chiede se la vittoria contro l'Inter abbia cambiato l'atteggiamento dei tifosi bianconeri nei suoi confronti. Intanto il tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic è partito con la squadra alla volta di Torino e domani, meteo permettendo, siederà regolarmente in panchina.

Ancelotti: “E' arrivato il momento di vincere”

"Abbiamo perso qualche punto che brucia ma non ho visto drammi”. Così il tecnico del Napoli Carlo Ancelotti alla vigilia del match contro il Verona. “Ora inizia un ciclo in cui vogliamo fare meglio, da tutti mi aspetto di più e dobbiamo iniziare a vincere sottolinea l'allenatore che torna suo caso Insigne: “Sta bene ed è sereno, con la tribuna a Genk gli ho solo fatto capire che non può comportarsi male e non allenarsi ma adesso farà bene in questo ciclo di partite".

Inter, si ferma anche Sensi

Non c'è pace per l'Inter di Antonio Conte che perde un altro giocatore per infortunio: Stefano Sensi si è dovuto fermare per un risentimento del muscolo psoas. Le condizioni del centrocampista saranno rivalutare nei prossimi giorni ma salterà certamente le sfide contro Sassuolo e Borussia Dortmund. Nuovo stop per il centrocampista che si era già fermato per l'elongazione dell'adduttore rimediata durante Inter-Juventus. Un altro infortunio che si va ad aggiungere a quelli di Sanchez e D'ambrosio.

di Enrico Sarzanini\Edipress

Tutte le notizie di On Air

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina