On Air
0

Barcellona-Napoli si giocherà a porte aperte. Coronavirus, squadre al riparo

Il ritorno degli ottavi di Champions League regolarmente con il pubblico. Le società si tutelano. L'Ecuador rivuole Caicedo in nazionale. NBA, ko per Curry al rientro

Barcellona-Napoli si giocherà a porte aperte. Coronavirus, squadre al riparo
© LAPRESSE

Il ritorno degli ottavi di Champions League tra Barcellona e Napoli si giocherà a porte aperte. L'annuncio arriva direttamente dalla Spagna, dove il Ministro della Salute ha dichiarato: “La partita non è in pericolo e non c’è alcun rischio che si possa giocare a porte chiuse. Abbiamo deciso di chiudere gli stadi solo per le gare che prevedono l’arrivo di persone dalle zone a rischio ma non è questo il caso”. Al Camp Nou ci sarà un gran numero di sostenitori azzurri.

Barcellona-Napoli si giocherà a porte aperte. Coronavirus, squadre al riparo

 Coronavirus, squadre al riparo

L’emergenza coronavirus ha spinto le società a correre al riparo. La Sampdoria ha reso noto che da oggi non sarà più possibile incontrare per foto e autografi giocatori e componenti dello staff tecnico della prima squadra al termine di allenamenti e partite. Già ieri erano state date indicazioni dalla Roma di evitare il più possibile contatti con compagni di squadra e dipendenti di Trigoria. Inoltre il Verona ha annullato la conferenza stampa di Juric in programma per domani, in vista del match di domenica contro la Sampdoria.

L'Ecuador rivuole Caicedo in nazionale

La Federazione dell’Ecuador si è rifatta sotto per convincere Felipe Caicedo a tornare in nazionale. L’attaccante della Lazio, protagonista di una stagione straordinaria, ha più volte declinato l’invito, non veste infatti la maglia della sua nazionale da 2017. La sua scelta ad oggi non è cambiata. Eppure in Ecuador sperano ancora. In queste settimane il capitano Antonio Valencia sta provando a convincere il giocatore biancoceleste a tornare: “Non ho parlato con lui, ma posso dire che la nostra nazionale ha bisogno di giocatori come Felipe. Questo per lui è un grande momento e speriamo davvero che possa tornare”. Caicedo per ora è concentrato sulla sua Lazio.

NBA, Curry ko al rientro 

Rientro con sconfitta per Stephen Curry nella notte NBA. Dopo 58 partite di assenza e nonostante i 23 punti all'attivo, non è riuscito a condurre al successo i Golden State Warriors, battuti a domicilio per 121-113 dai campioni in carica dei Toronto Raptors. Successo esterno anche per i Los Angeles Clippers, che espugnano l'impianto di Houston Rockets per 120-105. Vittorie fuori casa anche negli altri due match disputati: i Denver Nuggets si impongono in volata sui Charlotte Hornets per 114-112, mentre Philadelphia, dopo nove ko consecutivi lontano da casa, travolge Sacramento per 125-108.

Di Jacopo Pascone/Edipress

 

 

Tutte le notizie di On Air

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina