Aulas: "Lione e Psg saranno massacrati". Coronavirus, altri due casi nella Liga

La preoccupazione del presidente dei transalpini. Herrera e Remiro positivi al Covid-19. Balotelli risponde a Chiellini. Formula 1, le dichiarazioni di Hamilton
Aulas: "Lione e Psg saranno massacrati". Coronavirus, altri due casi nella Liga
TagsAulaslioneJuventus

ROMA - Il presidente del Lione Aulas, ha espresso la sua preoccupazione in vista del ritorno degli ottavi di Champions League tra la Juventus e il suo Lione, che dovrebbero andare in scena l’8 agosto, decidendo così il passaggio del turno che vede avanti i transalpini, vittoriosi 1-0 nella gara d’andata: "La partita di Champions League contro la Juventus è confermata per l’8  agosto, a Torino e a porte chiuse. Se il ricorso per eliminare lo stop della Ligue 1 non avrà esito positivo, Lione e Psg saranno massacrati da squadre che avranno una preparazione fisica che noi non avremo". 

Aulas: "Lione e Psg saranno massacrati". Coronavirus, altri due casi nella Liga
Guarda il video
Aulas: "Lione e Psg saranno massacrati". Coronavirus, altri due casi nella Liga

Altri due casi di Coronavirus nella Liga

Dopo la positività del difensore dell’Atletico Madrid Renan Lodi, comunicata ieri sera, ci sono altri due casi di Coronavirus nella Liga. Si tratta del centrocampista del Granada Yangel Herrera, e del portiere della Real Sociedad Alex Remiro.

Balotelli ha risposto a Chiellini

L’attaccante del Brescia Mario Balotelli ha risposto al difensore della Juventus Giorgio Chiellini, che l'ha definito "una persona negativa e senza rispetto per il gruppo" nella sua autobiografia, in uscita nei prossimi giorni: "Io almeno ho la sincerità e il coraggio di dire le cose in faccia – ha scritto SuperMario su Instagram - tu dal 2013 avresti avuto tante occasioni per farlo, comportandoti da vero uomo, ma non l'hai fatto. Chissà cosa dirai un giorno dei compagni di oggi, strano capitano. Se questo vuol dire essere un campione, allora preferisco non esserlo. E alla maglia azzurra non ho mai mancato di rispetto".

Le dichiarazioni di Hamilton

Il campione del mondo di Formula 1, Lewis Hamilton ha espresso la sua opinione sulle gare che si disputeranno a porte chiuse: “Non so quanto sarà emozionante ma sarà meglio di niente. Più fan ci sono più atmosfera hai”. Ha poi aggiunto sulla prospettiva di correre senza spettatori: “Mi trasmette una sensazione di vuoto perché i tifosi ”fanno” la gara. Non so quanto sarà eccitante un Gp in tv per le persone che lo guardano, ma sarà meglio di niente”

 Di Jacopo Pascone/Edipress

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti