Roma, Atalanta, Fiorentina e Ferrari: le ultimissime

Atalanta agli ottavi di Europa League, i giallorossi devono attendere l'utlima giornata. Viola primi in COnference. Elkann duro con la rossa
2 min

Ascolta le news del momento in meno di due minuti

In Europ League Atalanta agli ottavi, la Roma si gioca tuttop all'ultima giornata. Elkann critico con la rossa

ROMA – La Roma pareggia in Svizzera con il Servette 1-1 ma complice la vittoria zdello Slavia Praga contro lo Sheriff 3-2 rimanda la qualificazione agli ottavi di Europa League. Sblocca il solito Lukaku nella ripresa Bedia trova il pareggio con i giallorossi che non riescono a portare a casa i tre punti e la qualificazione diretta agli ottavi. Giallorossi secondi a 10 punti, lo slavia comanda a quota 12. Roma sicura della qualificazione al playoff di Europa League contro le retrocesse dalla Champions League. Per la vittoria nel girone serve un successo all'Olimpico con lo Sheriff e sperare in un ko dello Slavia in casa con il Servette.

Missione compiuta per l'Atalanta che vince il gruppo D di Europa League e avanza agli ottavi di finale della seconda competizione europea per club. Agli orobici basta il pareggio per 1-1 con lo Sporting Lisbona tra le mura amiche del Gewiss Stadium di Bergamo per centrare l'obiettivo. L'Atalanta passa con Scamacca al 23' e viene raggiunta da Edwards al 56'. I nerazzurri salgono così a quota 11 in classifica, 3 in più dei portoghesi a una giornata della fine e con il vantaggio dei confronti diretti.

Vittoria 2-1 in Conference della Fiorentina sul Genk e viola che restano in testa al girone a quota 11 punti ma complice la vittoria del Ferencvaros si giocheranno il passaggio diretto agli ottavi all'ultima giornata. Sblocca Martinez, Kayembe trova il momentaneo pareggio ma nel finale Gonzalez su rigore trova la rete della vittoria che vale il passaggio del turno da prima in classifica.

''La stagione della Ferrari è stata deludente per come è finita ad Abu Dhabi dove di poco avremmo potuto arrivare a essere secondi in campionato”. Così il ceo di Exor, John Elkann, in occasione dell'Investor day della holding. “Quello che è stato positivo è che nell'ultimo quarto del campionato ci siamo giocati seriamente quel secondo posto e se uno guarda le gare eravamo seriamente in gara anche contro Red Bull e se uno guarda quante pole position abbiamo ottenuto quest'anno è un numero molto alto''.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti