Finalissima Italia-Argentina, le quote sono equilibrate

Sulla carta l'Under 2,5 è più probabile rispetto all'Over 2,5
Finalissima Italia-Argentina, le quote sono equilibrate© Getty Images
3 min

Sfida che poteva essere stellare a Wembley tra l’Italia (campione d’Europa) e l’Argentina (campione del Sudamerica) ma non lo è perché gli “Azzurri” hanno mancato la qualificazione al Mondiale e risultano per questo fortemente ridimensionati.

Finalissima Italia-Argentina, fai il tuo pronostico

Roberto Mancini siede ancora sulla panchina e per questo match sembra volersi affidare proprio alla vecchia guardia proponendo proprio il gruppo che si è conquistato la possibilità di disputare questa finale. Dall’altro lato c’è una Argentina che sta andando fortissimo sebbene sia arrivata dietro al Brasile nelle qualificazioni mondiali. È imbattuta da ben 31 incontri consecutivi nei quali ha conquistato 20 vittorie (considerando i risultati al 90’) e 11 pareggi.

L’Italia, dopo la finale degli Europei, ha vinto solo tre volte (contro la Lituania nelle qualificazioni per il Qatar, contro il Belgio nella finale terzo e quarto posto della Nations League e Turchia in amichevole) pareggiando in quattro occasioni e perdendo nelle due rimanenti (la semifinale contro la Spagna per raggiungere la finalissima della Nations League e il playoff per il Mondiale contro la Macedonia del Nord).

Sudamericani imbattuti da 31 partite di fila

Si diceva del ruolino di marcia dell’Argentina che non perde da 31 partite consecutive. Una differenza abissale con le prestazioni recenti degli Azzurri che hanno stentato così tanto da lasciarsi sfuggire due traguardi fondamentali come la Nations League e i Mondiali del Qatar.

A parte quindi il discorso strettamente legato allo stato di forma (e mentale) che, come anche le quote indicano, sembrerebbe far pendere l’ago della bilancia dalla parte della nazionale “Albiceleste” (ma facendo sempre attenzione all’Italia capace di sorprendere quando meno te lo aspetti) c’è un dato che merita di essere evidenziato e riguarda di nuovo Messi e compagni.

Se si escludono i due 0-0 rimediati contro Paraguay e Brasile nelle qualificazioni mondiali (dove evidentemente non si è proprio segnato), l’Argentina nelle ultime 24 partite disputate ha sempre realizzato almeno una rete nel primo tempo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti