Sport Style

Sport & Style

Vedi Tutte
Sport & Style

Forever Young, test agli attori sullo slang giovanile

Forever Young, test agli attori sullo slang giovanile
© ANSA

In sala dal 10 marzo il film commedia di Fausto Brizzi con Ferilli, Bentivoglio e Lillo. Le interviste a tutti i protagonisti

 Simone Zizzari

giovedì 3 marzo 2016 23:20

ROMA - Nessuno vuole invecchiare. Tanto meno oggi. E così tutta una serie di personaggi alle prese con diete, toy boy, maratone da vivere, amanti più giovani, storie multiple e abbigliamenti casual. Insomma ostinatamente attaccati alla vita giovane che ormai è alle loro spalle. Su questo adagio la commedia di Fausto Brizzi 'Forever Young' in sala dal 10 marzo con Medusa in 450 copie che mette in campo un cast eccezionale. «Mi sono guardato intorno e ci sono solo giovani e finti giovani, mancano però gli adulti. Mi divertiva molto questo cambiamento che per certi versi è abbastanza recente», dice Brizzi che aggiunge: «Avrei potuto intitolarlo anche 'Giovani contro finti giovani'». E così tra i personaggi troviamo l'avvocato (Teo Teocoli), settantenne ultrasportivo con figlia (Claudia Zanella) e genero (Stefano Fresi); Angela (Sabrina Ferilli), estetista di 49 anni; Diego (Lillo) DJ radiofonico di mezz'età; (Francesco Bentivoglio) diviso tra una giovane e una coetanea.

BRIZZI: «GENERAZIONE STRAVOLTA» - «Quest'epoca sarà ricordata come l'estinzione dei nonni, zii, mamme e papà», ha proseguito il regista che divide la sua passione per il cinema con quella per la Roma. «Mia nonna mi avrebbe adottato, oggi la nonna di mia figlia va a pilates il lunedì, a yoga il martedì, al cinema con le amiche il mercoledì che costa meno, il giovedì guarda una serie tv con il secondo marito, il venerdì va a cena con un tipo che la corteggia, il sabato organizza un brunch e la domenica forse mi tiene la bimba un paio d'ore. Forse».

DERBY INTER-MILAN - In ambito calcistico il cast di Forever Young vanta un milanista doc (Teo Teocoli) e un interista di lungo corso, Fabrizio Bentivoglio e con la maglia nerazzurra ha anche giocato nelle giovanili: «E' stata un'esperienza che ho fatto, è vero. Io sono fortemente interista. L'eliminazione dalla coppa Italia contro la Juve a San Siro? Quella rimonta che abbiamo fatto mi ha fatto godere. Poi si sa che i rigori sono una lotteria... Diciamo che ho esultato molto e sofferto ma battere 3-0 la Juventus fa sempre piacere. Il ritorno di Mourinho nello stadio interista? Beh, un po' di nostalgia mi è presa, sono sincero. Del resto io sono stato a Madrid per la finale di Champions vinta contro il Bayern...», ha detto Bentivoglio. 

TEOCOLI SULLA COPPA ITALIA - Sull'altra sponda calcistica milanese c'è Teocoli: «Avrei preferito una finale di coppa Italia contro l'Inter perchè i nostri cugini sono comunque inferiori alla Juve. Però vi dico una cosa: secondo me la squadra di Allegri andesso calerà di rendimento. E' inevitabile quando devi giocare la Champions e sei ancora in corsa per tutti gli obiettivi». Il capitolo calcistico non può che chiuderlo proprio il romanista Brizzi: «Quale giocatore giallorosso vorrei che restasse 'forever young'? Che domande... Totti, ovviamente. E anche De Rossi». 

Articoli correlati

Commenti