Bach a SportLab: "La lettera a Spadafora? Mai ricevuta risposta"

Il presidente del Cio: "Siamo fiduciosi sui giochi di Tokyo, i test rapidi sono sempre più efficaci"

© EPA

ROMA - "Noi abbiamo esposto le nostre posizioni in modo molto preciso. Lo abbiamo fatto anche in una lettera al Ministro dello Sport italiano e non abbiamo ricevuto risposta". Sono le parole di Thomas Bach, presidente del Cio, riferimento alla missiva inviata a Vincenzo Spadafora manifestando le sue preoccupazioni per la riforma dello sport. L'intervento è avvenuto durante SportLab, la maratona digitale di Corriere dello Sport-Stadio e Tuttosport per festeggiare i 75 anni della testata torinese e di Stadio. Sull'eventualità che l'Italia alle prossime Olimpiadi abbia i suoi atleti sotto la bandiera del Cio aggiunge: "D'altro canto il Coni ci ha chiesto di aspettare e di concedere al Governo italiano l'occasione di raggiungere una soluzione pragmatica. Per questo abbiamo sospeso ogni discussione e stiamo aspettando di vedere quello che succederà tra Coni e Governo".

Segui ora SportLab in diretta

"Giochi di Tokyo? Siamo fiduciosi"

"Siamo fiduciosi che i Giochi di Tokyo si svolgano nelle date stabilite - ha aggiunto il numero uno dello sport -. Nonostante tutto in questo difficile periodo pensiamo che si possano organizzare grandi eventi sportivi in sicurezza. Si può notare come i test rapidi siano sempre più efficaci e applicabili, molte aziende farmaceutiche sono pronte per i test finali dei vaccini".

SportLab, Tokyo 2021: i giochi si faranno
Guarda il video
SportLab, Tokyo 2021: i giochi si faranno

Commenti