Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Bologna
0

Il Bologna ha deciso: tutto su Marchizza

È del Sassuolo (che potrebbe cederlo), gioca in prestito a La Spezia. Sabatini vuole darlo a Sinisa: può giocare a 3 o a 4, da centrale

Il Bologna ha deciso: tutto su Marchizza
© LaPresse

BOLOGNA - Riccardo Marchizza, annotatevi questo nome perché Walter Sabatini e Riccardo Bigon faranno di tutto e di più per metterlo a disposizione di Sinisa Mihajlovic per la prossima annata. Marchizza è un difensore centrale di piede sinistro, che può essere impiegato sia nella difesa a 3 che in quella a 4, e in caso di necessità potrebbe anche giocare da esterno sinistro. In questa annata calcistica questo ragazzo romano, titolare della nazionale Under 21, sta giocando con la formula del prestito nello Spezia in serie B, ma il proprietario del suo cartellino è il Sassuolo. Va fatta una puntualizzazione importante, essendo la chiave di lettura del grande interesse del Bologna nei confronti di Marchizza: questo difensore del ‘98 è cresciuto nella Roma di Walter Sabatini, che stravede per lui, ritenendolo un prospetto estremamente interessante. Ma fate attenzione, Marchizza piace anche a Bigon, che più di una volta lo ha mandato a seguire dagli osservatori del Bologna a La Spezia. Una curiosità: il direttore sportivo della squadra ligure è Guido Angelozzi, grande amico da anni di Claudio Fenucci, e guarda caso è stato proprio lo stesso Angelozzi a portare Marchizza al Sassuolo quando allora era il braccio operativo di Giovanni Carnevali.

La situazione

Domanda: siamo sicuri che il Sassuolo sia pronto a darlo, credendo da sempre nelle sue potenzialità? Primo punto: in difesa Roberto De Zerbi ha già tante soluzioni, di conseguenza o il Sassuolo entra nell’ordine di idee di mollare qualcuno attualmente a sua disposizione oppure lascia partire Marchizza. Secondo punto: il ragazzo romano cresciuto (appunto) a Trigoria ha un contratto che scade tra due anni, il che significa che dovrebbe allungarglielo per non correre il rischio di doverlo cedere tra un anno quando il giovane difensore entrerà in scadenza.

Leggi l'articolo completo nell'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

De Leo: "Con il Var non siamo stati fortunati"

Tutte le notizie di Bologna

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola