Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Bologna
0

Mihajlovic sarà cittadino onorario di Bologna

Lo ha stabilito il Consiglio comunale, la cerimonia forse in autunno

Mihajlovic sarà cittadino onorario di Bologna
© ANSA

BOLOGNA - Bologna avrà un nuovo cittadino onorario, Sinisa Mihajlovic. Lo ha stabilito il Consiglio comunale che oggi ha approvato la delibera, con 26 voti favorevoli e tre contrari, che certifica il riconoscimento all'allenatore dei rossoblù non solo per i risultati sportivi raggiunti con la squadra, ma anche per avere affrontato i mesi difficili della malattia e il percorso di cura in città. La cerimonia potrebbe svolgersi in autunno. A presentare l'ordine del giorno con la richiesta della cittadinanza onoraria era stato, in dicembre, il consigliere comunale Gian Marco De Biase di al Centro Bologna. "Questo uomo ci ha fatto riflettere, durante la malattia non solo ha saputo mostrare l'immagine di chi non abbandona mai la speranza - ha commentato in una nota - ma ha sottolineato come non ci si deve vergognare di avere paura senza perdere la voglia di vivere".

Mihajlovic: Orgoglioso

“Diventare cittadino onorario di Bologna è motivo di grande orgoglio”, ha commentato Mihajlovic. “Questa è la seconda cittadinanza che ricevo dopo quella di Novi Sad, ma per me che sono serbo diventare cittadino di una città italiana è un grande onore. Bologna è un’eccellenza di questo Paese, una città universitaria e una delle più belle d’Italia. Spero di dare sempre il buon esempio e di onorare il nome di Bologna in ogni momento”.

Dal campo

Sono ripresi gli allenamenti dei rossoblù dopo la vittoria casalinga contro il Lecce. Lavoro di scarico per i titolari, esercitazioni tecnico tattiche e partitella finale per chi non ha giocato ieri. Schouten torna ad allenarsi in gruppo mentre proseguono le terapie per Mattia Bani e Takehiro Tomiyasu.

Mihajlovic: "Speriamo di uscire vivi dalle ultime due gare"



Tutte le notizie di Bologna

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola