Bologna, Thiago Motta: "Mi aspetto tantissimo da Arnautovic"

Il tecnico: "Esempi da allenatore? Ho avuto Ancelotti, Mourinho, Gasperini: difficile sceglierne uno. Pieno rispetto per Mihajlovic"
Bologna, Thiago Motta: "Mi aspetto tantissimo da Arnautovic"© ANSA
4 min

BOLOGNA - "Il Bologna ha fatto una buona partita contro la Fiorentina, una squadra forte. Dopo aver preso gol c'è stata una grande reazione, ho fatto i complimenti ai ragazzi dicendo di proseguire così". Prime impressioni di Thiago Motta da nuovo allenatore del Bologna, nel corso della propria conferenza stampa di presentazione: "A venire qui - racconta il tecnico - mi hanno spinto la storia del Bologna e la squadra che abbiamo. E poi quando ho visto le infrastrutture ho capito che abbiamo tutto per fare un bel lavoro. Per vedere il Bologna che ho in mente il tempo è relativo, la squadra è forte e ci sono tanti giocatori di qualità. Dobbiamo lavorare tutti insieme al massimo per arrivare al livello migliore. Spezia? L'esperienza mi ha dato tantissimo, sono migliorato molto e ho imparato tanto, mi sento preparato per allenare una squadra come il Bologna. Ho in mente come vorrei giocare, proveremo a metterlo in campo".

Il primo allenamento di Thiago Motta col Bologna
Guarda la gallery
Il primo allenamento di Thiago Motta col Bologna

"Mi aspetto tantissimo da Arnautovic"

Motta passa a parlare nel dettaglio della rosa a disposizione:  "Arnautovic? Grandissimo giocatore. Da lui mi aspetto tantissimo, così come da tutti i ragazzi che abbiamo. punta centrale c’è anche Zirkzee che mi è sembrato avere tanta voglia di dimostrare il suo valore, ho visto un talento che va direzionato a fare quel che deve fare attaccante, il gol. Ma lì non finisce il compito del centravanti, che deve essere il primo difensore, come portiere e centrali devono essere i primi attaccanti. L'obiettivo è migliorarci sempre di più. Ai tifosi dico che daremo il nostro massimo, ogni giorno e non solo in partita. A me piacciono le squadre che giocano in modo offensivo ma con equilibrio. Vorrei una squadra che appena perde palla reagisce e attacca l'avversario. Esempi? Ho avuto un allenatore straordinario come Ancelotti. Ha una grande conoscenza calcistica e ha un grande rapporto con i suoi giocatori. Lo stesso posso dire di Gasperini e Mourinho. E' difficile sceglierne uno"

Pieno rispetto per Mihajlovic

"Mi sento orgoglioso di essere qui, di allenare il Bologna. Però rispetto le decisioni degli altri - Motta commenta la questione De Zerbi, che non ha accettato per rispetto di Sinisa Mihajlovic - per Mihajlovic ho pieno rispetto, fa parte della storia del Bologna. Da ieri abbiamo iniziato a provare qualcosa di diverso, sabato cercheremo di mettere in campo la squadra migliore per ottenere il risultato migliore. Soriano? Io lo vedo centrocampista, con le sue qualità può fare tutto. E' stato estremamente disponibile in questi giorni, valuteremo la scelta migliore per la squadra. Vignato? Lo vedo bene sull'esterno, ma sa giocare anche al centro, gioca tra le linee e comunica con gli altri. Medel? Può fare il difensore o il centrocampista, con le sue qualità. Credo che cercherò di capire come si sente meglio in campo in ogni partita. Per me la squadra deve avere un'organizzazione che lasci libertà di esprimersi ai singoli. Difesa a tre? Ho la mia idea e sabato la vedrete in campo. Saputo? Persona buonissima, mi ha accolto alla grande e ci ha dato molta fiducia, lo ringrazio per la scelta, sta a me ripagarlo. Orsolini? Un giocatore interessante, è contento di quello che fa. Deve dare tantissimo all'attacco e alla squadra. Per il potenziale che ha può sicuramente migliorare i numeri. Barrow? Ha potenziale e le qualità per far bene", ha concluso Motta


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti