Calciomercato, la Fiorentina sogna Sarri: precedenza a un italiano

Nella lista dei desideri per il dopo Sousa ci sono anche Di Francesco, Maran, Giampaolo e Pioli

© Getty Images

FIRENZE - Paulo Sousa e la Fiorentina si diranno addio a fine stagione. Domenica 30 aprile, esattamente tra 45 giorni, il cordone ombelicale che, seppur sfilacciato, ancora tiene attaccato Paulo Sousa alla Fiorentina sarà tagliato. Perché quel giorno sarà l'ultimo possibile affinché i Della Valle decidano di avvalersi dell'opzione di allungare di un anno il contratto in essere con l'allenatore portoghese. Se quel giorno passerà senza interventi del club viola, allora Sousa sarà autorizzato a trattare con club diversi e la Fiorentina sarebbe anche libera da quell'unica postilla contrattuale. Insomma quello che per la verità appare un matrimonio con convivenza a...letti separati, ha 45 giorni per un sussulto che al momento appare pressoché impossibile.

TUTTO SUL CALCIOMERCATO

IL SOGNO - Il sogno dei tifosi viola porta diritto a Maurizio Sarri, oggi al Napoli. Ha un accordo con De Laurentiis fino al 2018 con una opzione biennale a favore del club partenopeo che ha inserito anche una clausola di 8 milioni di euro. Certo, l'eliminazione dalla Champions ha lasciato strascichi, ma basterà poco per mettere in un angolo il "mal di pancia" delle ultime settimane?

TANTE PISTE - Nella lista dei desideri ci sono anche Di Francesco, Maran, Giampaolo, Pioli, Mazzarri e Spalletti. In calo le quotazioni di Oddo, Juric, Semplici e Prandelli. La precedenza va dunque a un tecnico italiano. All'estero si guarda al portoghese Jardim del Monaco, in testa alla Ligue 1, mentre dal passato restano vive due idee, quella di Dunga, ex Ct della Seleçao ancora legatissimo al suo trascorso da giocatore in viola e di Ranieri che, per quanto esonerato, ha ancora in essere un ricco contratto con il Leicester. 

Commenti