Calciomercato Bologna, ora Verdi vale 12 milioni

Pagato 1,5 milioni, ora ne vale almeno dieci volte tanto. E il club dovrà affrontare le tante offerte

© ANSA

BOLOGNA - Simone Verdi vale già dieci volte di più di quanto è stato pagato (un milione e mezzo, più una percentuale del 20% da versare nelle casse del Milan a fronte di una eventuale cessione). La grande prestazione contro il Chievo abbinata alla convocazione in nazionale fa entrare Verdi di diritto nel gruppo di giocatori che la prossima estate faranno mercato. Hha un contratto in scadenza nel 2020, percepisce uno stipendio di circa 300.000 euro, bonus esclusi e già da qualche settimana il Bologna e l’agente del giocatore stanno discutendo un ritocco dell’ingaggio.

CALCIOMERCATO
 
GIOIELLO - Verdi fa la differenza: calcia naturalmente col destro e col sinistro, ha una qualità innata abbinata a resistenza fisica. Come esterno di destra nel 4-3-3 ha avuto la capacità di fare le due fasi, può giocare anche da seconda punta e vede la porta come pochi. A Bologna ha trovato il trampolino giusto per il salto di qualità. Oggi Verdi, per un Bologna che vuole crescere, è un tesoro da custodire, non da mettere in vetrina aspettando l’offerta buona per rendere concreta la plusvalenza. Anche perché la fila è già lunga.

TUTTO SUL BOLOGNA

Da non perdere





Commenti