Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Fiorentina, Pioli: «Calciomercato? Interverremo solo se necessario»

Fiorentina, Pioli: «Calciomercato? Interverremo solo se necessario»
© LaPresse

Il tecnico: «Non esistono partite facili e sia noi che il Verona abbiamo grandi motivazioni. Dobbiamo cancellare la partita contro la Sampdoria»

Sullo stesso argomento

 

sabato 27 gennaio 2018 15:38

FIRENZE - Cancellare la sconfitta contro la Sampdoria e ripartire alla grande con il Verona. È questo l'obiettivo della Fiorentina di Stefano Pioli: "Voglio vedere le motivazioni e la voglia di vincere - ha dichiarato il tecnico in conferenza stampa - Veniamo da una prestazione non all'altezza e dobbiamo rifarci subito". L'allenatore viola parla di mercato: "Sento la società ogni giorno, ancora di più nel periodo di mercato. C'è stato un rinnovamento e dobbiamo capire i giocatori che saranno le colonne per il futuro e dove poter intervenire per migliorare. Interverremo solo se ci saranno le soluzioni adatte a noi. A gennaio è difficile trovare titolari all'altezza".

TUTTO SUL CALCIOMERCATO

IL VERONA E I GIOVANI - Questo il commento di Pioli sul Verona: "Non esistono partite facili e sia noi che loro abbiamo grandi motivazioni. Il Verona darà tutto per vincere, noi dovremo essere più bravi". Sui singoli: "Simeone e Babacar insieme? Non li ho bocciati. Conta il lavoro che vedo in settimana e in base a quello decido. Chiesa? Lui è un giocatore di fascia a cui piace accentrarsi. Si relaziona bene con i compagni, è intelligente. La cessione di Hagi? Quando sei un ragazzo giovane non devi avere fretta e lui l'ha avuta. Ha un grande potenziale ma non era pronto". Chiusura sulla Lazio, squadra che tutti oggi prendono come modello. Una creatura che Pioli sente anche un po' sua: "Stanno costruendo da quando c'ero io. Venivamo da una stagione complicata ma furono gettati le basi con giocatori che ora sono le colonne, cedendo pedine che magari non erano più contenti di stare lì. E noi dobbiamo fare lo stesso qui a Firenze".

TUTTO SULLA FIORENTINA

Articoli correlati

Commenti