Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Il Bologna raddoppia: Skov e Skov Olsen
© Getty Images
Calciomercato
0

Il Bologna raddoppia: Skov e Skov Olsen

Punta e centrocampista inseguiti dalla dirigenza rossoblù

BOLOGNA - La pista di Robert Skov venne fuori due mesi fa, Marco Di Vaio era andato a sondare il terreno in Danimarca, un blitz per capire bene come muoversi. I primi contatti diedero un buon riscontro, il ragazzo sembrava interessato all’Italia, ma il prezzo nelle ultime settimane è salito e le pretese del Copenaghen ora sembrano troppo alte: almeno 10-12 milioni, il Bologna ha tirato un po’ il freno. Il club resta però aggrappato all’idea di riuscire a convincere il nuovo talento del calcio Europeo che Bologna è il posto giusto per lui. Difficile, ma la pista è quella buona. Pista buona anche quella di Andreas Skov Olsen, che ormai è entrato nel mirino del club rossoblù da qualche settimana, anche lui Under 21 come Robert, anche lui talento danese del Nordsjælland, è un obiettivo un po’ più alla portata, con 6 milioni si può raggiungere. Il Bologna ci sta lavorando, ma è chiaro che dopo l’Europeo U. 21 l’attenzione delle grandi squadre è salito. Al punto che la Sampdoria si è inserita, l’Atalanta ci sta pensando, il Milan pure. Resta però il club blucerchiato il primo concorrente del Bologna. Skov Olsen ha già fatto sapere di gradire il Bologna, le prossime ore saranno decisive.

Sabatini: "Orgoglioso di essere al Bologna"


Le idee e i nomi


D’altra parte anche Skov Olsen è un obiettivo sensibile per moltissime squadre europee. Lo dimostra il fatto che il prezzo è passato da 4 a 6 milioni di euro in pochi giorni. Questo perché l’interesse dei club è triplicato, ora le squadre che lo vogliono sono di più, per lui c’è la fila. Motivi che frenano la corsa del Bologna. Skov Olsen è però ancora in ballo e il club rossoblù conta di portarselo a casa. Ieri c’è stato un incontro per Kouame, 21 anni, attaccante del Genoa. È stallo. Per il Bologna è sempre lui la prima scelta, ma bisognerà aspettare ancora. Sabatini sta facendo di tutto per lavorare al prezzo dell’ivoriano, classe ‘97: una cifra intorno ai 12 milioni di euro sembra comunque alta, anche se da Genova fanno sapere che ne gradirebbero almeno 16. Le parti sembrano ancora distanti. Non è finita. Attendibile anche il nome di Nicolas Dominguez del Velez, il centrocampista argentino costa però 11 milioni di euro più bonus, e poi c’è l’ostacolo dello slot da extracomunitario e la concorrenza, con almeno tre società spagnole sulle sue tracce. Classe 1998, può essere il profilo ideale per l’eventuale sostituzione di Pulgar, che però al momento non partirà. Le alternative sono due: Pedro Obiang della Sampdoria e Alfred Duncan del Sassuolo.



De Rossi, spunta il Bologna

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

In edicola