Fiorentina, non c'è fretta per Callejon

Viola intanto alla stretta finale per arrivare a Barreca

© SSC NAPOLI via Getty Images

FIRENZE - Intanto la prima mossa, quella del vice Biraghi, che è stato individuato in Antonio Barreca (25), ex Genoa di proprietà del Monaco. Poi, sarà corsa contro il tempo su tutti gli altri fronti. Si è parlato (anche) di questo nel vertice di ieri tra i dirigenti viola: del mercato e del momento della squadra, reduce dal secondo ko consecutivo e con due infortuni da valutare, quello di German Pezzella che salterà il raduno della Nazionale argentina e quello di Gaetano Castrovilli (trauma tibiale alla gamba destra, che sarà rivalutato stasera, pure coi medici dell’Italia di Mancini, alla luce della convocazione arrivata). Il tutto aspettando di capire se davvero la Juventus sarà in grado di affondare il colpo per Federico Chiesa. Le ultime 48 ore di trattative, insomma, potrebbero diventare di fuoco e di certo i nodi da sciogliere non mancano.

Chiesa fermo al palo, la Fiorentina ko. E Quagliarella prende Vialli
Guarda la gallery
Chiesa fermo al palo, la Fiorentina ko. E Quagliarella prende Vialli

Esterno d'attacco

Sì, perché se con José Maria Callejon (32), svincolato, di fatto non c’è fretta, potendo essere tesserato anche un minuto dopo le 20 di domani, quando si chiuderà la finestra estiva dei trasferimenti, per tutte le altre operazioni il tempo potrebbe diventare tiranno. L’ex Napoli ha detto no a tutte le possibili soluzioni prospettate: l’intesa di base andrebbe ad essere sancita sulla base di un biennale. 

Leggi l'articolo completo nell'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Iachini: "Nessun alibi, ma fortunatamente il mercato finisce"
Guarda il video
Iachini: "Nessun alibi, ma fortunatamente il mercato finisce"

Commenti