Empoli, Accardi sul mercato: "il progetto parte da Andreazzoli"

Il Direttore Sportivo azzurro ha commentato la campagna acquisti: "Sappiamo l'idea di calcio del mister, cercati giocatori adatti"
Empoli, Accardi sul mercato: "il progetto parte da Andreazzoli"© Getty Images

EMPOLI - L’Empoli è andato alla ricerca di un progetto. E il progetto parte dal manico che è Andreazzoli": questa, in pochissime parole, la strategia di mercato seguita dall'Empoli nella sessione estiva di trattative. A rivelarla il Direttore Sportivo Pietro Accardi, che ha proseguito nella sua disamina durante la conferenza stampa di lunedì: "Non appena ci siamo resi conto che avremo cambiato guida tecnica abbiamo pensato a una squadra più adatta a lui, partendo dall’idea di mantenere il gruppo dello scorso anno, andando a mettere dentro calciatori funzionali per l’allenatore. Sappiamo il tipo di calcio che vuol proporre il mister e siamo andati a ricercare quei giocatori che avessero determinate caratteristiche, pensando di esser riusciti a prenderli". Anche in un periodo complicato sotto tanti punti di vista, compreso quello economico, i toscani hanno dimostrato di saper agire con tempestività e chiarezza di idee: "È stato un mercato difficile - ammette Accardi - con due anni di Covid che si fanno ancora sentire, ma che per certi versi personalmente è stato anche molto stimolante. In questa situazione l’Empoli ha comunque investito risorse senza tirarsi indietro. I tanti ritorni sono stati una coincidenza: conoscevamo bene il valore di questi calciatori, oltre alle qualità tecniche, andavamo alla ricerca di calciatori motivati che vedessero Empoli come un’opportunità. Obiettivi - conclude il Ds -? Lavorare, crescere e migliorare giorno dopo giorno: abbiamo una rosa giovane siamo convinti che abbia ampi margini di miglioramento. Poi col tempo scopriremo il nostro percorso".

Mancuso stende la Juve, l'Empoli fa l'impresa all'Allianz
Guarda la gallery
Mancuso stende la Juve, l'Empoli fa l'impresa all'Allianz

I nomi

Tanti i nuovi acquisti, e per ognuno di loro Accardi ha voluto spendere una parola. A partire da Stojanovic: "Lo seguivamo da tempo, già tre anni fa avevo provato a portarlo ad Empoli. Cutrone ha accettato con grande entusiasmo. Empoli è stata la sua prima scelta. Tonelli? Volevamo inserire nel reparto arretrato un calciatore esperto, che conoscesse già l’ambiente e potesse trasferire al gruppo quello che era Empoli. Su Pinamonti - continua Accardi - se ne sono dette tante, ma la realtà dice che il ragazzo ha dato subito l’ok per venire. L’Empoli vive di scommesse, a noi piacciono. Volevamo due portieri forti a disposizione, poi negli ultimi giorni di mercato Brignoli ha voluto cogliere una nuova opportunità e lo abbiamo accontentato, andando a prendere subito un altro bravo portiere come Ujkani". Chiusura su Ricci e Bajrami: "Prima di dare ogni valutazione devono fare 20-25 partite di un certo livello; pensiamo che abbiano un gran potenziale ma è ancora presto. Qualcuno ci ha chiesto informazioni, su loro come su altri, ma in questo momento i due ragazzi sono concentrati in un’annata che per loro e per noi può esser importante”.

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti