Empoli, Andreazzoli: "Scelte forzate contro il Bologna"

Il tecnico avverte: "Moderare gli entusiasmi dopo la vittoria col Cagliari e tenere la barra dritta"
Empoli, Andreazzoli: "Scelte forzate contro il Bologna"© Ciamillo

EMPOLI - "Dobbiamo ancora verificare la squadra, non posso svelare le scelte proprio perché devo capire chi sta meglio. Siamo un po' forzati, ma in qualche maniera faremo": Aurelio Andreazzoli non nasconde le difficoltà che accompagnano il suo Empoli alla vigilia della sfida con il Bologna. Troppi pochi giorni a disposizione per capire chi ha recuperato dalla vittoriosa gara con il Cagliari: "Non sappiamo come sta la squadra - conferma il tecnico azzurro - abbiamo fatto il minimo indispensabile come lavoro. Quando giochi ogni tre giorni diventa difficile fare una valutazione, E poi c'è l'altra componente, sistemare i problemi. Una gara di Serie A ti lascia sempre con qualche problemino da risolvere: cambia solo doverlo risolvere in tre giorni invece che in sei. Noi abbiamo un percorso tracciato che ci deve vedere protagonisti di qui a maggi. La prima fase di solito è la più complicata, dove si tenta di costruire, ma noi siamo a buon punto, anche se sappiamo di dover completare il nostro percorso in più in fretta possibile".

Di Francesco e Stulac decidono Cagliari-Empoli: Mazzarri ko
Guarda la gallery
Di Francesco e Stulac decidono Cagliari-Empoli: Mazzarri ko

"Tenere la barra dritta"

La vigilia della partita con il Bologna è ancora ricca di entusiasmo per la vittoria con il Cagliari. Una iniezione di fiducia per una squadra sempre alla ricerca di punti come l'Empoli: "La vittoria fa crescere - sottolinea Andreazzoli - e la vittoria di Cagliari aumenterà la nostra autostima. I quindici giorni dopo la vittoria di Torino ci siamo guardati dentro e interrogati. Noi dobbiamo cercare di stare attenti ai fatti, più che alle possibili interpretazioni. E i fatti dicono che la squadra sta crescendo e abbiamo preso i nostri rischi cambiando cinque calciatori. Ma la prestazione in Sardegna è stata una conferma che abbiamo un bel gruppo. Dobbiamo modulare gli entusiasmi ma andare con la barra dritta verso il futuro. Pinamonti - conclude Andreazzoli -? È un ragazzo di grandi caratteristiche morali, è stato bravo a giocare anche uno contro due. Siamo contenti perché ha avuto la possibilità di esprimersi".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti