Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Fiorentina

Vedi Tutte
Fiorentina

Serie A Fiorentina, Sousa: «Col Milan non è decisiva»

Serie A Fiorentina, Sousa: «Col Milan non è decisiva»
© SESTINI MASSIMO

L'allenatore: «Ci saranno sicuramente dei cambi perché ci sono dei giocatori in difficoltà. Servirà gente fresca contro i rossoneri»

Sullo stesso argomento

 

sabato 18 febbraio 2017 16:01

FIRENZE - E' alle porte per la Fiorentina una gara ostica, quella contro il Milan. E' molto motivato Sousa, soprattutto dopo la vittoria in Europa League. Così il tecnico: "Abbiamo l'ambizione di vincere qualsiasi partita. Ma non è una gara decisiva. Una delle caratteristiche del Milan è la capacità di transizione, soprattutto con determinati elementi. Poi hanno dei giocatori di qualità e fanno parte di un grande club, e questo li aiuta a vincere le partite. Per preparare una partita di questo tipo, serve massima intensità sul campo. Questo è impossibile, ci saranno sicuramente dei cambi perché ci sono dei giocatori in difficoltà. Servirà gente fresca contro il Milan. Suso? Noi non facciamo marcatura ad uomo, ma in determinate zone di campo servirà maggiore attenzione, soprattutto dalla sua parte. È cresciuto e sta avendo continuità".

GUARDA LE PROBABILI FORMAZIONI

SU ILICIC - "Non è decisivo il centrocampo, io devo prendere delle decisioni. Altri giocatori mi stanno dimostrando qualcosa di più. Io credo molto in lui, lo scorso anno ha fatto una grande stagione. Non è arrivato ancora al suo massimo, può fare di più. Per me è una sconfitta personale, perchè è un giocatore che può fare la differenza in qualsiasi partita. Ad inizio stagione è stato fermato dai pali, e questo ha influito sulla sua stagione".

BERNARDESCHI - "Io cerco sempre di aiutare qualsiasi giocatore. Certo, con Federico è diverso. Io sono sempre stato chiaro ed onesto con lui. Probabilmente molti la vedono come una critica, io lo vedo come uno stimolo per aiutarlo a crescere. Ha bisogno di continuità e di ritmi alti, quando ci riuscirà sarà al pari dei grandi campioni".

AUGURI BAGGIO - "Roberto deve essere ricordato ogni giorno. Io ho avuto il privilegio di giocare con lui e di allenarmi insieme a lui. Mi sono già espresso diverse volte, lui è stato il giocatore più forte tecnicamente con il quale io abbia mai giocato".

CLASSIFICA SERIE A

Articoli correlati

Commenti