Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Fiorentina
0

Coronavirus: Fiorentina, altri 400.000 euro per gli ospedali

Commisso: "Felice per quanto abbiamo fatto in poco tempo"

Coronavirus: Fiorentina, altri 400.000 euro per gli ospedali
© Getty Images

FIRENZE - Dopo la prima donazione di 250.000 euro immediatamente successiva al lancio della campagna 'Forza e Cuore' avvenuto il 17 marzo, la Fiorentina ha effettuato oggi un nuovo bonifico di 400.000 euro a favore degli ospedali Careggi e Santa Maria Nuova di Firenze. ''Sono molto felice per quanto siamo riusciti a fare in così poco tempo - ha commentato Rocco Commisso sui canali del club - Abbiamo superato velocemente la cifra già molto importante che ci eravamo dati come obiettivo minimo e oggi siamo addirittura arrivati a oltre 650.000''. Alla raccolta fondi hanno partecipato finora 1900 persone (fra cui l'ex sindaco di New York Rudy Giuliani con 5000 euro), organizzazioni ed aziende, sia dall'Italia che dagli Usa. Il nuovo bonifico, ha spiegato il presidente della Fondazione S.Maria Nuova Giancarlo Landini, sarà destinato all'acquisto di ventilatori non invasivi, pompe da infusione, letti di terapia intensiva e subintensiva ed ecografi per gli ospedali della rete della azienda sanitaria S.Maria Nuova, San Giovanni di Dio, Santa Maria Annunziata e ospedale di Borgo San Lorenzo. Mentre il dg di Careggi Rocco Damone ha spiegato che la donazione consentirà, in tempi rapidi, di dotare le strutture impegnate nell'assistenza dei pazienti affetti dal coronavirus di alcuni apparecchi radiologici portatili per effettuare esami direttamente al letto del paziente. Da oggi inoltre terminerà la quarantena obbligatoria per tutta la Fiorentina. Nessun giocatore, compresi gli stranieri, ha avanzato in queste ore richiesta di lasciare l'Italia: la linea adottata dalla società viola è che fino al 3 aprile saranno rispettate le disposizioni governative in attesa di nuove comunicazioni. L'unico giocatore viola attualmente lontano da Firenze è Franck Ribéry che comunque, fanno sapere dal clan viola, è partito per Monaco di Baviera con la famiglia nei giorni antecedenti i provvedimenti. 

Tutte le notizie di Fiorentina

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola