Fiorentina, Pezzella: rientro in campo con prolungamento

L'attesa: il capitano deve ancora esordire in questo campionato

© Getty Images

FIRENZE - Intanto per German Pezzella ci sono due partite su due saltate, segno che il problema al piede rimediato contro la Reggiana nell’ultima amichevole di preparazione non è stato così semplice da risolvere com’era sembrato in un primo momento: sono trascorse due settimane abbondanti e il recupero del difensore argentino è sempre lì sospeso a mezz’aria anche per la Sampdoria che arriva al Franchi già venerdì, e seppur i tempi stretti non giochino a suo favore, stavolta ci si attende di vederlo in campo. Poi, c’è la questione del rinnovo di contratto (attuale scadenza 2022) che tarda ad arrivare portandosi dietro di sé qualche naturale preoccupazione, essendo Pezzella uno dei punti fermi di una difesa ritenuta imprescindibile così com’è da Beppe Iachini: ma le preoccupazioni sono destinate a rimanere tali senza ulteriori sviluppi in negativo.

Commisso e il nuovo stadio della Fiorentina: visita a Campi Bisenzio
Guarda la gallery
Commisso e il nuovo stadio della Fiorentina: visita a Campi Bisenzio

Il capitano rimane

Le certezze di fine agosto-inizio settembre hanno virato via via verso comunque un ottimismo vero e non di facciata che le notizie delle ultime ore hanno rafforzato e reindirizzato verso le certezze, perché a breve si attendono le firme delle due parti per consentire di archiviare la vicenda con reciproca soddisfazione: la Fiorentina non ha mai pensato di privarsi del capitano che tanto ha dato in questi anni raccogliendo l’eredità di Davide Astori e Pezzella, a sua volta, ha sempre dimostrato di essere molto legato a Firenze. Però, le attenzioni a turno di Milan (soprattutto e anche di recente), Napoli, Roma, Valencia, non sono mai mancate - chi più e chi meno - e per questo forse la parola fine ancora non c’è. Ma ci sarà presto. 

Leggi l'articolo completo nell'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Da non perdere





Commenti